EsteroNews

Cina: gli assicuratori in marcia verso l’America latina

Gli assicuratori cinesi hanno iniziato ad interessarsi all’America Latina. Lo scrive JdSupra sottolineando la lenta ma progressiva penetrazione delle compagnie made in China iniziata da oltre un decennio.

Nel 2007, China Life ha iniziato a fornire servizi assicurativi alle società cinesi in America Latina e ai turisti in visita in America Latina. Anche la People’s Insurance Company of China (PICC), ha iniziato ad assicurare i dipendenti di società cinesi. Negli ultimi anni, l’appetito degli investimenti assicurativi cinesi in America Latina si è manifestato con la compagnia assicurativa portoghese Fidelidade Mundial, controllata a maggioranza dalla società tecnologica cinese Fosun International. Fidelidade ha annunciato che avrebbe venduto assicurazioni in Cile attraverso accordi di partnership. Nel 2019 l’unità peruviana di Mundial, FID Perù, ha acquisito una partecipazione del 51% nella società peruviana La Positiva Seguros y Reaseguros e una partecipazione del 24% nella Bolivia Alianza Compañía de Seguros e Reaseguros. Fosun International ha anche acquisito il business brasiliano di Caixa Seguros, il più grande gruppo assicurativo del Portogallo.

Il mercato assicurativo latinoamericano potrebbe anche rivelarsi interessante per Ping An, la stella del mercato assicurativo cinese, per diversificare i propri investimenti in un portafoglio divenuto ormai globale.

L’interesse della Cina ad espandersi nei mercati assicurativi esteri potrebbe essere smorzato da una crescente pressione dei regolamentatori. La China Banking and Insurance Regulatory Commission ha recentemente emesso disposizioni che migliorano la supervisione e regolano gli investimenti delle compagnie cinesi per garantire la solvibilità e ridurre al minimo il rischio sistemico.

D’altra parte le prospettive del settore assicurativo in America Latina sono favorevoli. Nel 2019 i premi assicurativi totali in America Latina e Caraibi sono stati pari a 153,05 miliardi di dollari, di cui il 54% proveniva da assicurazioni contro i danni e il restante 46% da assicurazioni sulla vita. E con l’arrivo della pandemia l’attenzione dei consumatori verso le assicurazioni vita e salute è andato crescendo.

Leggi anche Cina: presidente di China Life sotto accusa per corruzione

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: Insurtech Zego si espande in Europa puntando sul mercato delle flotte auto

E’ un business che vale £ 20 miliardi La società avvierà l’attività nei Paesi Bassi e…
Leggi di più
EsteroNews

Francia: l’insurtech Luko acquisirà la e tedesca Coya

L’insurtech francese Luko – scrive Bestwire – ha acquisito l’assicuratore…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Le leggi antitrust ostacolano il boicottaggio del carbone da parte degli assicuratori

L’impegno vincolante ad abbandonare l’assicurazione del carbone per partecipare alla Net Zero…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.