In EvidenzaIVASSNews

Reclami stabili per le compagnie italiane, in forte aumento quelli delle compagnie estere

Pubblicata la rilevazione dell’Ivass relativa al primo semestre 2021

Il contenzioso nelle compagnie dirette significativamente superiore rispetto a quello delle compagnie tradizionali

Diminuiscono i reclami ricevuti dalle compagnie italiane mentre aumentano quelli delle compagnie estere. E’ quanto si ricava dalla periodica rilevazione dell’Ivass relativa al primo semestre 2021. In generale le imprese di assicurazione italiane ed estere operanti in Italia hanno ricevuto dai consumatori 47.966 reclami, in aumento del 2% rispetto al primo semestre dell’anno precedente.

Ma, appunto, mentre per le compagnie italiane il dato del contenzioso è sostanzialmente stabile (n. 40.982 reclami, -0,4%) quello relativo alle compagnie estere è in forte aumento (n. 6.984, +18,6%). Per ogni diecimila contratti sottoscritti dagli assicurati le imprese italiane ricevono in media 2,64 reclami, quelle estere esattamente il doppio (5,46).

Un altro dato significativo che emerge dalla rilevazione dell’Ivass riguarda la distanza che separa le compagnie tradizionali da quelle dirette. Quest’ultime, in media, ricevono un numero di reclami significativamente maggiore rispetto a quelli delle rispettive case madri tradizionali. Venendo ai singoli rami assicurativi per le imprese italiane l’incidenza dei reclami relativi al comparto rc auto si è ridotta dal 46,2% al 40,5% mentre è cresciuta dal 34,8% al 41,1% quella dei reclami riferiti agli altri rami danni. Di andamento opposto i dati per le imprese estere per le quali è cresciuto il peso dei reclami nell’rc auto (dal 30% al 34%) e nel vita (dal 19% al 25%) mentre si è ridotto considerevolmente (dal 51% al 41%) quello dei reclami relativi agli altri rami danni.

Quanto agli esiti, il 27,6% dei reclami è stato accolto, l’8,8% si è concluso con una transazione, il 54,6% è stato respinto, mentre Il restante 9% risultava in fase istruttoria alla fine dell’anno.

Il tempo medio di risposta ai reclamanti da parte delle imprese continua a mantenersi al di sotto del limite di 45 giorni previsto da Regolamento del 2008.

Leggi anche Ivass: analisi dell’attività e dei contenziosi rc auto nell’esercizio 2020

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Giappone: il declino della Rc auto spinge le compagnie ad esplorare altri rami assicurativi

La raccolta premi dell’assicurazione motor dei primi quattro operatori diminuita dello 0,2 nel…
Leggi di più
EsteroNews

Brasile: compagnie nella graticola per coperture assicurative a trivellazioni offshore

Tokio Marine, Chubb e Mapfre criticati dall’associazione ambientalista Insure our…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

GB: Metlife riassicura rischio di longevità per $3,5 miliardi

La compagnia vita Usa era già entrata nel mercato della longevity inglese con una transazione da…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.