In EvidenzaNews

Caltagirone si dimette da vicepresidente di Generali: “Sono osteggiato”, ma Galateri replica: “Noi corretti”

Sotto accusa le “modalità di lavoro” del board, in particolare per la presentazione e l’approvazione del piano strategico, per la procedura per la “lista del board” da parte del consiglio uscente; le “modalità di applicazione della normativa sulle informazioni privilegiate; l’informativa sui rapporti con i media e con i soci significativi, ancorché titolari di partecipazioni inferiori alle soglie di rilevanza”

Logo Generali

Nella tarda serata di ieri, Assicurazioni Generali ha diffuso una nota per informare delle dimissioni di Francesco Gaetano Caltagirone, vicepresidente vicario, consigliere non indipendente e membro dei comitati per le nomine e la remunerazione; per la corporate governance e la sostenibilità sociale ed ambientale; per gli investimenti; per le operazioni strategiche. L’imprenditore romano lascia così il board di Generali dopo 12 anni ai vertici della compagnia di cui è uno dei maggiori azionisti con l’8%. Non si tratta certo di un addio silenzioso visto che Caltagirone ha motivato la sua decisione sostenendo che la sua persona sarebbe “palesemente osteggiata, impedita dal dare il proprio contributo critico e ad assicurare un controllo adeguato”, facendo riferimento alle modalità di lavoro del cda del gruppo triestino, ma che arriva al termine di un lungo periodo di tensioni con la spaccatura all’interno dell’azionariato che ha portato lo stesso Caltagirone ha stringere un patto di consultazione con Leonardo Del Vecchio e la Fondazione Crt, che oggi vale oltre il 16% del capitale e tallona il primo azionista Mediobanca, forte del 17,2% dei diritti di voto.

Alle parole dell’imprenditore romano ha così replicato il presidente di Generali, Gabriele Galateri di Genola: “Esprimo vivo rammarico e sorpresa per la decisione assunta dal cav. Caltagirone. Le motivazioni addotte non possono che essere categoricamente respinte avendo la società sempre condotto la sua attività secondo criteri di assoluta trasparenza e rigorosa correttezza, anche relativamente ai lavori per la presentazione di una lista per il rinnovo del consiglio, di cui ha costantemente informato le autorità di vigilanza. Ai suddetti principi ci si è attenuti nei rapporti con tutti i consiglieri, senza eccezione alcuna e in ogni occasione”.

Foto in copertina: Francesco Gaetano Caltagirone

Leggi anche Caltagirone acquista ancora e sale al 7,89% di Generali

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: Insurtech Zego si espande in Europa puntando sul mercato delle flotte auto

E’ un business che vale £ 20 miliardi La società avvierà l’attività nei Paesi Bassi e…
Leggi di più
EsteroNews

Francia: l’insurtech Luko acquisirà la e tedesca Coya

L’insurtech francese Luko – scrive Bestwire – ha acquisito l’assicuratore…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Le leggi antitrust ostacolano il boicottaggio del carbone da parte degli assicuratori

L’impegno vincolante ad abbandonare l’assicurazione del carbone per partecipare alla Net Zero…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.