EsteroIn EvidenzaNews

GB: necessario un diverso framework normativo per promuovere l’assicurazione commerciale

Le richieste della lobby assicurativa nell’ambito dell’inchiesta parlamentare in corso sulla regolamentazione dell’industria assicurativa

Il parlamento britannico sta discutendo sulla regolamentazione del mercato assicurativo e su come migliorare l’assetto normativo del settore dopo la Brexit. Un’inchiesta parlamentare è stata avviata dalla Camera dei Lord e, in quest’ambito, la lobby assicurativa è in piena attività.

Sean McGovern, presidente del London Market Group’s government relations workstream e CEO del Regno Unito e dei Lloyd’s di AXA XL, ha auspicato un deciso cambio di indirizzo della regolamentazione dell’0assicurazione commerciale rispetto agli assetti definiti quando la Gran Bretagna faceva ancora parte dell’unione europea.

“Il regime normativo esistente – ha spiegato – non è adeguatamente calibrato sulle caratteristiche del mercato di Londra”, ha detto a Reuters, indicando la mancanza di società di riassicurazione commerciale nazionale in Gran Bretagna e l’assenza dei cosiddetti captive, assicuratori interni istituiti da molte grandi aziende in paesi come Bermuda e Guernsey. “Il regime normativo non sembra incoraggiare la creazione e la crescita del business nel Regno Unito”, ha detto.

La pressione per alleggerire i requisiti regolamentari quando interlocutori delle compagnie d’assicurazione sono grandi gruppi industriali coglie un aspetto che, per la verità, dovrebbe essere attentamente valutato anche dai regolatori europei. Le direttive di Bruxelles in materia assicurativa non distinguono tra le diverse categorie di assicurati disegnando per tutte un’unica regolamentazione con identiche tutele e garanzie. La direttiva Mifid sui servizi finanziari, invece, ha identificato due categorie di utenti, i clienti al dettaglio e gli investitori istituzionali, prevedendo per quest’ultimi un regime di regole molto più rilassato nella convinzione che su molti aspetti dei contratti quei clienti sofisticati siano in condizione di cavarsela per propri conto. E non imponendo pertanto vincoli eccessivi d’ostacolo alla rapida conclusione degli accordi. Un simile framework, sostengono gli assicuratori britannici probabilmente in buona compagnia, dovrebbe essere adottato anche per l’industria delle polizze.

Leggi anche Si sta riducendo la capacita assicurativa nei rami assicurativi più esposti

Articoli correlati
News

Assicurazioni marittime: allarme crescente per il trasporto di macchine elettriche

Le navi non sono progettate per ridurre il pericolo di incendi causati dalle batterie al…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Francia: Axa costituisce una business unit per il mercato private

Nella nuova unità saranno concentrati asset private per circa € 20 miliardi Il gruppo francese…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Russia: Zurich vende la sua società ai dipendenti ed esce dal mercato

La filiale ha una raccolta di appena 34 milioni con una quota di mercato dello 0,3 per…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.