In EvidenzaNews

Le leggi antitrust ostacolano il boicottaggio del carbone da parte degli assicuratori

L’impegno vincolante ad abbandonare l’assicurazione del carbone per partecipare alla Net Zero Insurance Alliance abbandonato su consiglio di uno studio legale

Avviati colloqui con l’autorità antitrust europea per conciliare clima e normative anticoncorrenziali

Gli assicuratori Net-zero – scrive il Louxembourg Times – hanno scoperto un nuovo avversario del clima: le regole dell’antitrust. La Net Zero Insurance Alliance, lobby assicurativa impegnata a eliminare le emissioni di gas serra dalle attività di sottoscrizione, ha volutamente limitato l’ambito della sua collaborazione per evitare potenziali violazioni delle norme antitrust, hanno affermato fonti rimaste anonime. Una proposta che includeva l’impegno ad abbandonare l’assicurazione sul carbone come vincolante per l’appartenenza al gruppo – annovera tra i suoi membri Axa, Allianz, Generali, Swiss Re e Intesa Vita – è stata scartata a seguito del consiglio degli avvocati di Norton Rose Fulbright, ha detto una delle fonti.

Le norme antitrust esistenti per proteggere i consumatori da cartelli e monopoli possono essere in contrasto con accordi per la riduzione delle emissioni. I membri della Net Zero Insurance Alliance si sono impegnati a fondo per raggiungere l’azzeramento delle emissioni nette dai loro portafogli assicurativi e riassicurativi entro il 2050, anche se spetterà a ciascuna società determinare come raggiungere l’obiettivo.

La coalizione assicurativa fa parte della più ampia Glasgow Financial Alliance for Net Zero, che comprende oltre 450 società con oltre 114 trilioni di euro di attività impegnate a zero emissioni nette finanziate e sbandiera il suo ampio sostegno come punto di orgoglio.

I portavoce di Allianz, Axa e Swiss Re, richiesti di un commento, hanno rilasciato dichiarazioni quasi identiche. I loro messaggi chiave: la crisi climatica è così vasta da richiedere la collaborazione tra le diverse parti interessate; i membri fondatori dell’alleanza assicurativa hanno rispettato tutte le leggi e i regolamenti applicabili; l’alleanza può raggiungere le sue ambizioni finali di zero netto pur rispettando la legge.

Il capo dell’antitrust dell’UE, Margrethe Vestager, ha affermato che “stiamo facendo il possibile per aiutare a sostenere le attività ecologiche. L’UE – ha aggiunto – sta esplorando il modo in cui le regole di concorrenza interagiscono con le politiche verdi e le coalizioni industriali con obiettivi verdi dovrebbero discutere le loro idee con le autorità antitrust poiché esiste un’ampia possibilità di definire questi accordi in linea con le regole antitrust”. I rappresentanti della Net Zero Insurance Alliance hanno avviato discussioni con la UE sulla possibilità di introdurre clausole di esclusione specifiche nel diritto della concorrenza quando i benefici ambientali superano le preoccupazioni concorrenziali, ha affermato una delle persone interpellate.

Leggi anche Clima: le assicurazioni si allontanano dal carbone

Articoli correlati
News

Assicurazioni marittime: allarme crescente per il trasporto di macchine elettriche

Le navi non sono progettate per ridurre il pericolo di incendi causati dalle batterie al…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Francia: Axa costituisce una business unit per il mercato private

Nella nuova unità saranno concentrati asset private per circa € 20 miliardi Il gruppo francese…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Russia: Zurich vende la sua società ai dipendenti ed esce dal mercato

La filiale ha una raccolta di appena 34 milioni con una quota di mercato dello 0,3 per…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.