EsteroIn EvidenzaNews

Giappone: il declino della Rc auto spinge le compagnie ad esplorare altri rami assicurativi

La raccolta premi dell’assicurazione motor dei primi quattro operatori diminuita dello 0,2 nel 2020

Sul fronte opposto il mercato delle assicurazioni sulla proprietà è cresciuto del 5,2% medio annuo nel periodo 2016-2020

Logo Global Data

In un mercato assicurativo altamente concentrato, gli assicuratori giapponesi stanno cambiando le loro strategie prendendo atto del declino del ramo Rc auto. Lo segnala GlobalData con un’analisi del suo analista assicurativo senior Swarup Kumar Sahoo. “Nel 2020 il mercato assicurativo generale giapponese è stato dominato da quattro assicuratori leader, che in quell’anno rappresentavano l’87% dei premi netti sottoscritti (NWP). La loro raccolta, sommata assieme si è contratta dello 0,2% a causa della discesa dell’assicurazione auto, guidato da una riduzione delle vendite di veicoli e dei tassi di premio”.

Nel periodo 2016-2020 gli incidenti stradali sono diminuiti in media del 12,7% l’anno, ciò che ha spinto gli assicuratori a ridurre il premio dell’assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile auto due volte negli ultimi cinque anni. Il calo dei premi ha avuto un impatto sul mercato che stava già affrontando la pressione dovuta a un ambiente commerciale fiacco e al calo delle vendite di veicoli. Di conseguenza l’ammontare dei premi è diminuito in media dello 0,3% l’anno e ne hanno fatto le spese soprattutto i quattro più grandi assicuratori la cui quota di mercato è diminuita dal 63,3% nel 2016 al 60,5% nel 2020.

Sul fronte opposto i tassi di premio dell’assicurazione immobiliare hanno registrato una crescita a due cifre nel 2020. Il segmento delle assicurazioni sulla proprietà è cresciuto a un tasso medio annuo del 5,2% nel periodo 2016-2020, spinto dall’aumento dei tassi dei premi della riassicurazione e dall’aumento dei rischi associati alle catastrofi naturali. Per le quattro compagnie leader la percentuale dell’assicurazione sulla proprietà sulla raccolta totale è aumentata dal 12,9% nel 2016 al 15,2% nel 2020.

Oltre all’assicurazione sulla proprietà, gli assicuratori si stanno anche concentrando sui nuovi profili di rischio indotti dalla pandemia: cybersicurezza, cancellazione di eventi e interruzione di attività.

“Con la vulnerabilità del paese agli eventi catastrofici naturali e l’aumento dei casi di criminalità informatica – ha concluso Sahoo – gli assicuratori dovrebbero essere più aggressivi con l’innovazione del prodotto in questi segmenti, che sosterranno la loro domanda nei prossimi anni.”

Leggi anche Giappone: presentata la prima moto volante

Articoli correlati
News

Assicurazioni marittime: allarme crescente per il trasporto di macchine elettriche

Le navi non sono progettate per ridurre il pericolo di incendi causati dalle batterie al…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Francia: Axa costituisce una business unit per il mercato private

Nella nuova unità saranno concentrati asset private per circa € 20 miliardi Il gruppo francese…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Russia: Zurich vende la sua società ai dipendenti ed esce dal mercato

La filiale ha una raccolta di appena 34 milioni con una quota di mercato dello 0,3 per…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.