News

Careapt e otto piattaforme di welfare aziendale annunciano un accordo per la distribuzione del servizio di teleassistenza ParkinsonCare

Aon, DoubleYou, Edenred, Eudaimon, Jointly, Up Day, Welfarebit e WellWork sono le società che aggiungeranno alla loro offerta il servizio sviluppato dalla startup del gruppo Zambon

Careapt, startup del gruppo Zambon dedicata allo sviluppo di soluzioni di digital health per persone con malattie croniche, ha annunciato la firma di otto nuovi accordi con alcune importanti piattaforme di welfare aziendale. Ciò consentirà agli oltre 3 milioni di iscritti ai loro portali di avere accesso a ParkinsonCare, il servizio di teleassistenza infermieristica specialistica dedicato alle persone con malattia di Parkinson e ai loro caregiver. A partire da questo mese, infatti, ParkinsonCare entra a far parte dell’offerta di Aon, DoubleYou, Edenred, Eudaimon, Jointly, Up Day, Welfarebit e WellWork.

“Siamo molto felici di aver siglato queste otto partnership strategiche con alcune delle più innovative e importanti piattaforme di corporate welfare nel nostro Paese”, afferma Orientina Di Giovanni, direttore generale di Careapt. “Abbiamo osservato una crescente richiesta di servizi di medicina a distanza da parte di chi lavora, in particolare nell’ambito della cronicità. Se si considera che nel nostro Paese vi sono quasi 3 milioni di individui che si occupano di adulti non autosufficienti e che molti di loro sono ancora attivi a livello professionale, soluzioni come ParkinsonCare possono rappresentare una preziosa risorsa per garantire da un lato un monitoraggio qualificato e una maggiore continuità assistenziale a domicilio, dall’altro la riduzione del livello di stress a cui sono sottoposti i caregiver”.

Il lavoro di ParkinsonCare, il primo servizio sviluppato da Careapt, va nella direzione di: combinare personale infermieristico specializzato e una piattaforma digitale di medicina collaborativa per affiancare i pazienti nella loro vita quotidiana senza che debbano muoversi da casa. Vengono così assicurati un monitoraggio regolare dei sintomi, una migliore aderenza alla terapia e personale sanitario dedicato per il triage delle problematiche insorgenti, oltre che l’adozione delle strategie più appropriate a migliorare il controllo della malattia. Tutto ciò a vantaggio dei pazienti, delle loro famiglie e dei caregiver su cui si scarica gran parte del peso della gestione della cronicità nel nostro Paese.

Con questi otto accordi, Careapt conferma la sua vocazione a crescere generando valore per tutti gli stakeholder dell’ecosistema della cronicità: pazienti, medici e altri operatori del sistema sanitario che trovano in ParkinsonCare un alleato digitale in grado di presidiare e affiancare i propri pazienti nella dimensione del domicilio e della quotidianità, senza dimenticare familiari e caregiver, sempre più orientati all’adozione di strumenti innovativi di accesso alle competenze sanitarie.

Sulla base dell’esperienza ParkinsonCare, Careapt sta inoltre testando la seconda piattaforma, dedicata alle demenze, il cui rilascio è atteso per la metà del 2022 e che si chiamerà DemedyaCare.

Leggi anche Il 40% degli italiani soffre di patologie croniche

Articoli correlati
EsteroNews

Giappone: AM Best alza l’outlook del mercato vita

Positive previsioni anche nella travel insurance con raccolta premi in aumento da 578 a 1.296…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

USA: paese vulnerabile a cyber attacchi catastrofici

Il GAO raccomanda un migliore coordinamento tra il mercato assicurativo ed il TRIP, il programma…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Cyber: riscatto medio pagato negli attacchi ransomware quintuplicato in un anno

Secondo l’indagine di Sophos le imprese hanno pagato in media $812 mila nel 2021 Il 66% delle…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.