Assicurazione Sanitaria
EsteroNews

Australia: assicurazione sanitaria privata necessaria per alleviare la pressione sul sistema pubblico

L’aumento dei premi delle polizze (2,7%) molto inferiore a quello registrato nel sistema pubblico

Con la pandemia sono aumentati i tempi di attesa degli interventi negli ospedali del servizio sanitario

L’accesso all’assicurazione sanitaria privata è un fattore chiave per alleviare la pressione e la domanda sul settore sanitario pubblico. Lo sottolinea – scrive Contify Life Science News – Private Healthcare Australia (PHA), la lobby degli assicuratori sanitari australiani, in un documento di proposte per migliorare il sistema misto in vigore nel paese.

Il CEO di PHA, la dott.ssa Rachel David, ha affermato che la pandemia ha dimostrato il valore del sistema sanitario australiano, anche durante la pandemia. “L’assicurazione sanitaria privata è una componente vitale dell’ecosistema Medicare australiano. Durante la pandemia, l’assistenza sanitaria privata ha fornito capacità di emergenza agli ospedali, assicurato che molti australiani ricevessero un intervento chirurgico necessario e fornito informazioni e supporto alle famiglie”. Tutto questo è avvenuto proprio mentre si allungavano le liste di attesa negli ospedali pubblici.

Peraltro il settore della sanità privata mostra un incremento dei costi inferiore a quello della sanità pubblica. Lo scorso anno l’aumento dei premi (2,7%) è stato il più basso degli ultimi 21 anni. Sul fronte opposto molto maggiori sono stati gli incrementi registrati, ad esempio, nei contributi degli ospedali pubblici (+6,5%), al Medicare Benefits Schedule (+11,3%) e al Pharmaceutical Benefits Schedule (+ 9,5%).

Molto può essere ancora fatto, a giudizio di PHA, per migliorare l’efficienza del settore misto. Occorre in particolare:

* Ridurre il costo dei dispositivi medici, che rimangono ben al di sopra dei benchmark internazionali. Non vi è alcun motivo per cui i consumatori australiani dovrebbero pagare il 30% in più rispetto ai consumatori in Nuova Zelanda e nel Regno Unito per i dispositivi medici generici;

* introdurre procedure di appalto nazionali trasparenti, solide ed efficaci per garantire un accesso conveniente a elementi essenziali come test antigenici rapidi e dispositivi di protezione individuale (DPI);

* Ripristinare lo sconto dell’assicurazione sanitaria privata al 30% per i redditi bassi e medi per fornire un’immediata riduzione dei costi per i consumatori (attualmente è inferiore al 25%);

* Migliorare la continuità delle cure e le opzioni extra ospedaliere rimuovendo la burocrazia non necessaria.

Leggi anche Australia: compagnie danni aumentano i profitti

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: QBE vince in tribunale contro Generali Spagna

La disputa legale aveva per oggetto l’incidente di un superyacht che ha causato danni per 11…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Cina: verranno eliminati i limiti di proprietà degli assicuratori stranieri nelle società di gestione patrimoniale assicurativa

La Cina – riferisce Global Times – eliminerà i limiti alla proprietà delle società di…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: aumento dell’utile di Aig nel secondo trimestre 2022

Il gruppo assicurativo ha deciso di rinviare la quotazione del suo business vita a causa delle…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.