In EvidenzaNews

Generali mette sul piatto 435 mln per rilevare la francese La Médicale

L’operazione offre a Generali un’opportunità unica per rafforzare le linee Salute e Puro Rischio e, complessivamente, il business Danni in Francia, facendo anche leva su un marchio leader di mercato dedicato agli operatori sanitari

La compagnia aumenterà la propria capacità distributiva grazie a un’ulteriore rete agenziale già presente nel Paese

Logo Generali

Generali ha firmato l’accordo per l’acquisizione di La Médicale, società assicurativa rivolta agli operatori sanitari, a seguito della trattativa esclusiva con Crédit Agricole Assurances avviata nello scorso mese di novembre (vedi: Generali e Creditagricole: trattative esclusive per acquisizione la Medicale).

Nell’operazione è compresa la vendita del portafoglio di contratti di assicurazione caso morte di Predica, distribuito e gestito da La Médicale.

Nei primi sei mesi del 2021, La Médicale e il portafoglio di contratti di assicurazione caso morte hanno registrato una solida performance finanziaria con premi lordi pari a 286 milioni di euro, un utile netto di circa 16 milioni di euro e un patrimonio netto pari a 312 milioni; quest’ultimo relativo esclusivamente a La Médicale.

L’intesa è stata raggiunta sulla base di un corrispettivo economico di 435 milioni di euro, valore soggetto ad aggiustamenti al momento del closing, spiega una nota di Generali che precisa come l’impatto stimato sul Regulatory Solvency Ratio del Gruppo sia di circa -4,3 p.p..

Per Generali l’acquisizione rappresenta un’opportunità strategica di crescita. La transazione è pienamente in linea con il piano strategico “Lifetime Partner 24: Driving Growth” e conferma l’impegno a realizzare una crescita sostenibile creando valore per i clienti, in linea con l’ambizione di Generali di essere “partner di vita”.

Le competenze e professionalità complementari di La Médicale offriranno a Generali France l’opportunità di stabilire una solida relazione con gli operatori sanitari, che rappresentano un importante segmento di clientela, e di fare leva su un marchio leader di mercato. La transazione rafforzerà le linee salute e puro rischio e, complessivamente, il business Danni di Generali in Francia dal punto di vista strategico e commerciale. Permetterà inoltre di potenziare l’ecosistema di Generali in ambito salute e di espandere la rete agenziale, con oltre 668 agenti e 765 agenzie in tutta la Francia.

Il perfezionamento dell’operazione è previsto entro il 2022 e rimane soggetto all’ottenimento dell’approvazione da parte delle competenti autorità regolatorie e garanti della concorrenza, come previsto per le transazioni di questa tipologia.

Philippe Donnet, Group Ceo di Generali, ha detto che “l’operazione rafforza la nostra presenza in Francia, uno dei nostri mercati principali, ed è pienamente in linea con il piano strategico ‘Lifetime Partner 24: Driving Growth’ lanciato a dicembre. Grazie alle competenze e alle professionalità complementari di La Médicale cresceremo nelle linee salute, puro rischio e, complessivamente, nel business Danni, estendendo allo stesso tempo a un importante segmento di clienti la nostra ambizione di essere Partner di Vita. L’acquisizione testimonia inoltre il nostro approccio disciplinato nella selezione di opportunità che creino valore per tutti gli stakeholder”.

Foto in copertina: Philippe Donnet, Group Ceo di Generali

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: WTW lancia un programma di ricerca sui rischi geopolitici

Il programma triennale applicherà wargame e pianificazione degli scenari per testare la…
Leggi di più
EsteroNews

Cina: Sunshine Insurance sbarca in borsa per raccogliere capitali per $950 milioni

Sarà la seconda IPO dell’anno alla borsa di Hong Kong La compagnia cinese Sunshine…
Leggi di più
EsteroNews

Canada: HSBC vende il suo business per $10 miliardi

L’acquirente è la Royal Bank of Canada L’operazione avviene mentre il maggior azionista di…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.