In EvidenzaNews

ITAS incontra i suoi agenti: “Il socio sempre al centro”

Si sono svolti negli ultimi giorni gli incontri tra direzione e rete agenziale per condividere le strategie di sviluppo integrato della Compagnia

Padova, Bolzano, Milano, Roma e Rovereto. Sono queste le tappe del roadshow organizzato dalla direzione di Itas per incontrare i propri agenti sul territorio e condividere linee strategiche e iniziative per il 2022.

Cinque momenti che costituiscono un indispensabile momento di confronto tra compagnia e rete agenziale.

Alessandro Molinari, amministratore delegato e direttore generale Itas, ha offerto nel corso degli incontri un approfondimento sui dati dell’esercizio 2021, chiuso con risultati positivi, e ha sottolineato il pesante impatto del conflitto in Ucraina sul sistema economico e, per quanto riguarda l’Italia, sulle difficoltà legate all’approvvigionamento energetico.

Sono state poi indicate le linee di sviluppo contenute nel Piano industriale 2022-2024, approvato nelle scorse settimane dal cda di Itas, e si sono chiariti i dettagli di alcune recenti iniziative industriali come la vendita dell’edificio della sede di Milano “che ha costituito un’operazione di grande rilievo che ci ha permesso di sprigionare oltre 20 milioni di euro di plusvalenze”, ha detto Molinari.

Norbert Bonvecchio, direttore distribuzione rete agenziale e progetti speciali, ha sottolineato la centralità del socio assicurato per la Mutua attraverso cinque principali canali di sviluppo: welfare, valorizzazione del portafoglio, innovazione, mutualità e comunicazione e marketing.

Bonvecchio ha ribadito che solo grazie alle sinergie e alla collaborazione su questi aspetti, la direzione e gli agenti potranno continuare a perseguire una crescita del business ancora più incisiva, garantendo maggiore efficienza e raggiungendo gli obiettivi del Piano industriale.

Paolo Bernardi (direttore commerciale), Andrea Detassis (responsabile sviluppo applicativi e innovazione digitale) e Luca Petermaier (responsabile comunicazione di Gruppo e corporate identity), hanno poi illustrato agli agenti Itas le iniziative intraprese dalla compagnia nei diversi rami strategici, in primis quello commerciale con le iniziative specifiche del settore volte alla valorizzazione del portafoglio esistente, vera leva strategica che impatta positivamente il sistema-Itas, consentendo di stabilizzare l’andamento tecnico nel tempo e sprigionare quindi tutti gli effetti positivi in termini di redditività.

Aspetto fondamentale, il processo di digitalizzazione con prodotti assicurativi sempre più caratterizzati da elementi come la modularità, il pagamento digitale, l’immediata accessibilità e il “pay per use”.

In questo senso Itas si sta muovendo per offrire soluzioni efficaci alla rete agenziale e, soprattutto, esperienze sempre più aderenti e adatte alle esigenze dei soci assicurati, come ad esempio la possibilità di emettere il fondo pensione direttamente da Itas 360 o il nuovo quotatore rapido per il Vita, o la prima polizza “instant”, ITASnow, che in soli tre mesi ha raccolto quasi 100 mila adesioni.

Anche la comunicazione e il marketing – è stato sottolineato – rivestono un ruolo centrale nello sviluppo del business, con uno specifico Piano che si concentra su cinque diversi capisaldi: la valorizzazione delle caratteristiche valoriali della Mutua anche in ambito business, la progressiva digitalizzazione dei canali di vendita e il rafforzamento del marketing digitale, lo sforzo verso la semplicità e la centralità dell’esperienza di consumo del prodotto assicurativo, l’attenzione ai nuovi bisogni dei consumatori e alle loro modalità di fruizione dei prodotti e infine, ma non per importanza, lo sviluppo di una comunicazione interna sempre più puntuale per allineare tutti gli stakeholder della compagnia sul suo purpose e sulle azioni che intende intraprendere per realizzarlo. Per quanto riguarda le prossime sfide che attendono il mercato, il tema del cambiamento climatico con le sue conseguenze in termini di danni a cose e persone, e quello della sanità e del welfare saranno sempre più centrali per il sistema assicurativo.

Leggi anche Itas Mutua si guarda a partnership tra pubblico e privato su welfare

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: ABI presenta modello di partnership pubblico-privati per favorire investimenti green

“La partnership è essenziale se vogliamo raggiungere i nostri obiettivi di zero emissioni nette…
Leggi di più
EsteroNews

USA: KKR acquista Janney Montgomery da Penn Mutual

Alla società di gestione patrimoniale fanno capo asset per $150 miliardi Il gruppo di private…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Trasporti marittimi: difficili i risarcimenti per navi coinvolte in collisioni con battelli assicurati dalla russa Ingosstrakh

L’avvertimento viene dall’assicuratore navale britannico West Il pagamento dei risarcimenti…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.