EsteroIn EvidenzaNews

Guerra Russia Ucraina: S&P stima perdite tra 16 e 35 miliardi a carico delle assicurazioni

Soltanto nel settore dell’assicurazione aerea stanno per arrivare richieste di risarcimento tra 6 e 15 miliardi

La società di leasing AerCap ha già presentato il conto alle sue compagnie per ben 3,5 miliardi a causa delle perdite subite per i suoi aerei bloccati negli scali russi

Più della pandemia potrà la guerra. Se l’industria assicurativa mondiale ha schivato abbastanza agevolmente l’emergenza sanitaria indotta da covid-19, difficilmente potrà sottrarsi alle conseguenze del conflitto in atto tra Russia e Ucraina. La società di rating Standard&Poors (S&P) – scrive Reuters – ha stimato perdite di 16-35 miliardi di dollari a carico delle compagnie. In particolare nel settore dell’assicurazione civile l’industria delle polizze è esposte a risarcimenti tra 6 e 15 miliardi di dollari. Altri rami assicurativi che potrebbero essere colpiti dal conflitto sono quelli del cyber risk, del rischio politico e dell’assicurazione marittima.

Nel settore dell’aviazione civile già si prevedono battaglie legali tra locatori e assicuratori per gli aerei intrappolati in Russia a causa della sua invasione dell’Ucraina e delle successive sanzioni occidentali. “Crediamo che ci possano volere molti anni per liquidare le perdite finali subite dalle società di leasing di aerei, dagli assicuratori e dai riassicuratori”, ha detto S&P.

I primi 21 riassicuratori globali – stima la società di rating – probabilmente subiranno circa la metà delle perdite complessive. Questo colpirebbe i guadagni della maggior parte di loro, mentre per “alcuni outsider” potrebbe anche colpire le loro posizioni di capitale, considerando che la guerra si aggiunge alle catastrofi naturali che già stanno affrontando quest’anno.

Una prima conferma delle preoccupazioni espresse da S&P è venuta dalla grande società di leasing di aerei, AerCap, che – scrive il Financial Times – ha presentato una richiesta di risarcimento da 3,5 miliardi di dollari per gli aerei bloccati in Russia. L’azienda ha detto di aver chiesto la protezione assicurativa per coprire la perdita potenziale dei suoi aerei e motori che rimangono bloccati in Russia. La compagnia, con sede a Dublino, ha avuto la più grande esposizione rispetto a qualsiasi locatore straniero verso la Russia quando le sanzioni occidentali sono state introdotte dopo l’invasione dell’Ucraina.

L’azienda ha circa 2,5 miliardi di dollari a rischio e ha avvertito che si aspetta di svalutare almeno parzialmente il valore dei suoi beni nel primo trimestre. AerCap ha recuperato 22 dei 135 aerei e tre dei 14 motori che erano stati forniti ai vettori russi prima dell’inizio della guerra ma gli altri sono rimasti fermi negli scali russi a causa delle sanzioni occidentali ed ora rischiano il sequestro da parte delle autorità di Mosca.

Assicuratori, broker e locatori, in particolare, si aspettano una lunga battaglia legale sul momento il momento in cui l’assicurazione era considerata attiva, dato che alcuni assicuratori si sono affrettati a emettere avvisi di cancellazione subito dopo l’invasione.

Leggi anche La guerra Russia-Ucraina costerà miliardi ai Lloyd’s

Articoli correlati
EsteroNews

Singapore: azionisti di minoranza di Great Eastern giudicano troppo basso il prezzo dell’Opa lanciata da OCBC

Si è così aperto un nuovo fronte in una lotta di lunga data tra gli azionisti attivisti della…
Leggi di più
EsteroNews

GB: 4/5 degli assicurati esposti alle truffe nella rc auto

Quattro persone su cinque (81%) non hanno mai sentito parlare di “spoofing pubblicitario” e…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Trend: domanda di prodotti vita in forte aumento nel mondo

Secondo un report di Swiss Re la raccolta totale raggiungerà i $4000 miliardi nel 2034 con un…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.