In EvidenzaNews

Wall Street Journal: “Generali? Una battaglia da attivisti, ma poi servirà leadership stabile”

Intanto, slitta al 31 maggio l’audizione di Philippe Donnet in Commissione inchiesta banche

Un articolo del Wall Street Journal riscostruisce le ultime settimane di tensione in casa Generali e parla di una partita che assomiglia molto a una battaglia di attivisti Usa, con la differenza di avere imprenditori miliardari al posto degli speculatori di Wall Street.

L’attuale situazione di Generali viene descritta come “un caso che, a parte la dubbia pratica dei voti presi in prestito (da Mediobanca), mostra in qualche modo come dovrebbe funzionare la corporate governance”.

Il quotidiano statunitense fa riferimento a una divisione tra Guelfi o Ghibellini, piuttosto che tra Montecchi e Capuleti, ma ciò non dovrebbe spaventare gli investitori.

Circa le previsioni sul risultato finale della partita, il Wall Street Journal sostiene che molto dipenderà “dagli azionisti più piccoli, compresi i grandi fund manager Usa”.

Il quotidiano ricorda il peso dei contendenti: “Mediobanca possiede il 13% di Generali mentre Caltagirone e Del Vecchio hanno insieme un 16%. In modo controverso, però, Mediobanca ha preso in prestito i voti appartenenti a un ulteriore 4,4%. Del Vecchio ha il 19% di Mediobanca, ma non sembra che ciò possa influire sulla partita”.

Insomma, “il confine tra un sano confronto e un battibecco distruttivo è difficile da tracciare, ma per ora Generali sembra essere dalla parte giusta”. Tuttavia, per restare tale gli azionisti dovranno raggiungere un accordo solido dopo l’assemblea: “gli attivisti fanno bene ad alzare l’asticella della performance, ma per un rilancio dell’azienda è necessaria anche una leadership stabile”.

Intanto, sul fronte italiano, slitta al 31 maggio l’audizione dell’ad di Generali, Philippe Donnet, presso la Commissione parlamentare d’inchiesta sul sistema bancario, originariamente fissata per il 5 aprile.

L’ufficio di presidenza della Commissione ha accolto la richiesta di rinvio di Generali, tenendo conto, nella determinazione della nuova data, dei tempi necessari all’insediamento del nuovo cda successivamente all’assemblea dei soci fissata al 29 aprile 2022.

Leggi anche Generali diventa azionista di maggioranza nella jv vita in India

Articoli correlati
EsteroNews

Singapore: azionisti di minoranza di Great Eastern giudicano troppo basso il prezzo dell’Opa lanciata da OCBC

Si è così aperto un nuovo fronte in una lotta di lunga data tra gli azionisti attivisti della…
Leggi di più
EsteroNews

GB: 4/5 degli assicurati esposti alle truffe nella rc auto

Quattro persone su cinque (81%) non hanno mai sentito parlare di “spoofing pubblicitario” e…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Trend: domanda di prodotti vita in forte aumento nel mondo

Secondo un report di Swiss Re la raccolta totale raggiungerà i $4000 miliardi nel 2034 con un…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.