EsteroIn EvidenzaNews

Germania: buco da 17 miliardi nell’assicurazione sanitaria

In discussione un riforma del sistema ma non c’è accordo nel governo

Gli assicuratori propongono maggiori sussidi pubblici per evitare un aumento dei contributi

Sempre più seria è la situazione finanziaria del sistema di assicurazione sanitaria obbligatoria. Secondo i calcoli dell’associazione centrale degli assicuratori sanitari obbligatori (GKV), nel prossimo anno le compagnie spenderanno 17 miliardi di euro in più di quanto guadagneranno. Qual è il modo giusto – si domanda Die Welt – per tappare il buco? L’assicurato finirà per dover pagare contributi più elevati?

Il ministro federale della sanità Karl Lauterbach (SPD) ha annunciato più volte di voler presentare un disegno di legge per “stabilizzare finanziariamente il sistema di assicurazione sanitaria obbligatoria”. A marzo era trapelata ai media una prima bozza di legge che aveva quattro direttrici di marcia: “dobbiamo – aveva detto Lauterbach – aumentare le riserve di efficienza nel sistema sanitario, utilizzare le riserve nei fondi dell’assicurazione sanitaria, concedere ulteriori sussidi federali e aumentare i contributi”. Secondo il progetto, il sussidio federale regolare doveva essere aumentato di cinque miliardi a 19,5 miliardi di euro a partire dal prossimo anno. Sul progetto non c’è però accordo nel governo anche perché, in particolare, il ministro federale delle finanze Christian Lindner (FDP) è contrario ad aumentare i costi del bilancio federale.

Gli assicuratori premono per una riforma strutturale. “In linea di principio – ha detto la presidente del GKV-Spitzenverband, Doris Pfeifferc’è bisogno di un finanziamento regolare più duraturo, invece di discutere anno dopo anno finanziamenti speciali. Il deficit di 17 miliardi di euro corrisponderebbe a un aumento del contributo di 1,1 punti percentuali”.

Nella crisi del sistema sanitario tedesco – è un sistema misto pubblico – privato – la pandemia ha giocato solo un ruolo minore. Ciò che preoccupa è soprattutto lo sviluppo demografico: più anziani con meno dipendenti allo stesso tempo. A ciò si aggiunge un aumento fondamentale dei costi sanitari, dovuto ad esempio a nuove terapie e farmaci. Inoltre, l’allora ministro federale della salute, Jens Spahn (CDU), ha introdotto negli ultimi anni una serie di leggi costose. Ad esempio i miliardi di euro spesi per il German Appointment Service and Care Act, che aveva lo scopo di aiutare i pazienti a ottenere appuntamenti più rapidi con i loro medici, ma secondo gli esperti si è rivelato di scarsa utilità.

Per sopperire alle carenze finanziarie dei fondi di assicurazione sanitaria, i politici hanno fornito ai fondi di assicurazione sanitaria crescenti sussidi federali, finanziati dai soldi dei contribuenti. Solo quest’anno è stato pagato un sussidio record di 28,5 miliardi per evitare un aumento dell’attuale contributo aggiuntivo dell’1,3 per cento.

Gli assicuratori sanitari chiedono anche al governo federale diverse misure per stabilizzare la situazione finanziaria. Ad esempio, vogliono ridurre l’imposta sul valore aggiunto sui prodotti farmaceutici dal 19 al 7%. Secondo il GKV-Spitzenverband, questo farebbe risparmiare fino a sei miliardi di euro. Sostengono inoltre che il governo federale dovrebbe coprire i costi dell’assicurazione sanitaria per i beneficiari dell’indennità di disoccupazione e aumentare regolarmente il sussidio federale regolare, che è fissato a 14,5 miliardi di euro all’anno. Con queste tre misure il GKV-Spitzenverband è convinto che non sarebbe necessario un aumento delle aliquote contributive.

Leggi anche Germania: l’inflazione raggiunge il tasso record del 79%

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: il mercato della Cyber Insurance si sta aggiustando ma rimane “duro”

I forti aumenti tariffari stanno favorendo l’ingresso di nuovi operatori Nel quarto trimestre…
Leggi di più
EsteroNews

Usa: in Florida gli assicuratori preoccupati più dagli avvocati che dagli uragani

Dei $51 miliardi di risarcimenti pagati dalle compagnie nell’ultimo decennio il 71% è servito a…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Svizzera: inflazione peserà sui premi

La previsione è del Ceo di Helvetia Philipp Gmür L’inflazione, che ha subito…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.