News

La crisi cambia il modo di viaggiare degli italiani: vacanze a corto e medio raggio

CartOrange, azienda italiana di consulenti di viaggio, specializzata nei viaggi organizzati su misura, rileva le ultime tendenze

Torna a crescere la spesa media (1.980€, +5% rispetto al 2019) e le esperienze sono un elemento centrale nella scelta del viaggio. Nelle destinazioni mare non solo spiagge, ma anche cultura e trekking

Logo Cartorange

Torna a crescere, anche rispetto ai livelli pre-pandemia, la spesa media dei turisti italiani che scelgono un viaggio organizzato da un consulente di viaggio: 1.980€ (+5% rispetto al 2019) è ciò che spenderà in media quest’estate chi prenota il proprio viaggio su Cartorange.com, il portale delle vacanze su misura disegnate dai professionisti del settore.

Dall’analisi di CartOrange, la più grande azienda italiana di consulenti di viaggio con oltre 450 collaboratori, emergono una serie di trend che la dicono lunga su come sono cambiati i comportamenti di chi predilige i viaggi strutturati e personalizzati: “La voglia di tornare a esplorare il mondo è più forte dell’incertezza, ora data dalla situazione internazionale più che dagli strascichi della pandemia”, conferma l’amministratore delegato di CartOrange Gianpaolo Romano. “Due cose principalmente si evidenziano: la ricerca di assistenza qualificata, per partire sereni e in sicurezza, e la tendenza a prenotare sempre più sotto data, proprio perché sono molte le variabili da considerare fino all’ultimo. Di conseguenza i consulenti di viaggio hanno un ruolo sempre più importante nel consigliare, orientare e permettere ai clienti di cogliere al volo le migliori proposte e combinazioni”.

Secondo l’analisi di CartOrange, la stagione estiva appena iniziata segna una ripresa dei viaggi all’estero, ancora con prevalenza di quelli a medio o corto raggio.

Fanno eccezione gli Stati Uniti, che rimangono la meta più sognata e richiesta, non solo dalle coppie o dagli amici ma ora anche dalle famiglie.

L’altro grandissimo protagonista di quest’anno è il Nord Europa, con Islanda, Norvegia, Svezia, Danimarca e Scozia in cima alle preferenze dei turisti italiani. “Una scelta che riflette senza dubbio la voglia di destinazioni poco affollate e percepite come sicure dal punto di vista sanitario – spiega Romano – ma anche un più generale orientamento verso il contatto con la natura, cosa strettamente legata alla sempre maggiore richiesta di viaggi ecosostenibili, da effettuare anche con mezzi di trasporto alternativi all’aereo”.

Posticipate ancora per un po’ le vacanze nelle destinazioni più esotiche e a lungo raggio, le esperienze che arricchiscono il viaggio diventano un elemento fondamentale nelle scelte dei clienti.

Le destinazioni più richieste

Norvegia – La grande scoperta dell’estate 2022. Ad attirare sono le esperienze uniche che si possono vivere tra i fiordi: percorribili non solo in auto ma anche in traghetto o con treni panoramici, offrono soste in tranquilli villaggi e punti panoramici unici.

Islanda – Molto gettonata per i viaggi in piccoli gruppi di appassionati di natura ed escursioni, che tra avvistamento delle balene, navigazione tra gli iceberg, corse in motoslitta sui ghiacciai e relax nelle piscine termali proveranno esperienze indimenticabili.

Sicilia – Tra i viaggi più cliccati, non è più sinonimo della classica vacanza solo mare. La formula on the road di CartOrange è un tour ricco di esperienze “instagrammabili” tra street food, vini locali, scoperta del patrimonio culturale greco-romano e avventure sull’Etna.

New York – Una proposta pensata appositamente per le famiglie, in una destinazione che nonostante le 9 ore di volo viene ormai considerata “a portata di mano” quanto le capitali europee.

Scozia – Terra selvaggia di laghi e di mare: tra i bacini scintillanti, le onde del mare del nord, le baie in cui nuotano i delfini e gli scorci incredibili offerti da isole e porticcioli, la Scozia è la meta ideale per gli amanti della fotografia paesaggistica e naturalistica.

Danimarca – Una proposta perfetta per una breve fuga all’insegna dell’ecosostenibilità. Tutto è concentrato a Copenaghen e nelle sue vicinanze: la piscina galleggiante di Islands Brygge, il noleggio gratuito di kayak attraverso il porto e i canali, il museo vichingo a Roskilde, il pittoresco villaggio di Svaneke sull’isola di Bornholm, la visita al quartiere hippy di Christiania.

Grecia (Creta) – Non solo spiaggia: anche meraviglie naturale con le Gole di Samarià, natura incontaminata all’isola di Chrissi, arte e storia a Kalidon (la Spinalonga dei veneziani). Ideali per i bambini le escursioni a bordo di barche con il fondo trasparente per ammirare la vita sottomarina.

Portogallo, Madeira e Porto Santo – Una combinazione che unisce il fascino della città di Lisbona, con i suoi tesori d’arte e storia, gli scenari tropicali dell’isola di Madeira, in mezzo all’Atlantico, e la natura selvaggia della vicina isola di Porto Santo, esplorabile con facili trekking.

Leggi anche Aumenta la propensione dei turisti a viaggiare assicurati

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: il mercato della Cyber Insurance si sta aggiustando ma rimane “duro”

I forti aumenti tariffari stanno favorendo l’ingresso di nuovi operatori Nel quarto trimestre…
Leggi di più
EsteroNews

Usa: in Florida gli assicuratori preoccupati più dagli avvocati che dagli uragani

Dei $51 miliardi di risarcimenti pagati dalle compagnie nell’ultimo decennio il 71% è servito a…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Svizzera: inflazione peserà sui premi

La previsione è del Ceo di Helvetia Philipp Gmür L’inflazione, che ha subito…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.