EsteroIn EvidenzaNews

USA: paese vulnerabile a cyber attacchi catastrofici

Il GAO raccomanda un migliore coordinamento tra il mercato assicurativo ed il TRIP, il programma governativo antiterrorismo

Il mercato delle assicurazioni informatiche è maturato rapidamente negli ultimi anni, ma potrebbe non essere in grado di rispondere ad attacchi gravi. Lo ha avvertito – riferisce ZD Net – il Government Accountability Office (GAO), l’ente governativo di controllo delle spese degli Stati Uniti.

In una dichiarazione l’organismo pubblico ha chiesto una risposta federale all’assicurazione per gli attacchi informatici “catastrofici” alle infrastrutture critiche. Il GAO, che controlla i trilioni di dollari che il governo degli Stati Uniti spende ogni anno, avverte che gli assicuratori privati e l’assicurazione ufficiale del governo degli Stati Uniti contro il rischio terrorismo – il Terrorism Risk Insurance Program (TRIP) – potrebbero non essere in grado di coprire le perdite finanziarie catastrofiche derivanti dai cyberattacchi.

“I cyberattacchi – ha dichiarato il GAO – potrebbero non soddisfare i criteri del programma per essere certificati come terrorismo, anche se hanno provocato perdite catastrofiche. Per esempio, gli attacchi devono essere di natura violenta o coercitiva per essere certificati”.

Il ransomware e l’assicurazione sono una questione spinosa a causa della vaghezza delle definizioni. Sebbene i ransomware siano per lo più guidati da criminali informatici, alcuni incidenti che sono costati milioni di dollari alle vittime sono stati ufficialmente attribuiti dai governi occidentali ai governi di Russia, Corea del Nord e Cina.

“L’assicurazione governativa può coprire i cyberattacchi solo se questi possono essere considerati “terrorismo” secondo i criteri da essa definiti”, ha dichiarato il GAO in un comunicato.

La questione dell’assicurazione è ora una preoccupazione maggiore per il governo degli Stati Uniti dopo l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia. C’è il timore di attacchi informatici da parte di hacker sostenuti dal Cremlino contro le organizzazioni statunitensi in risposta alle sanzioni degli Stati Uniti contro la Russia e le imprese russe.

Cosa dovrebbero fare quindi gli Stati Uniti e il GAO, a livello nazionale, quando il mercato dell’assicurazione informatica per le imprese non riuscisse a proteggere le aziende?

“Qualsiasi risposta assicurativa federale dovrebbe includere criteri chiari per la copertura, requisiti specifici di cybersicurezza e un meccanismo di finanziamento dedicato con concessioni da parte di tutti i partecipanti al mercato”, ha affermato il GAO.

Leggi anche Riscatto medio pagato negli attacchi ransomware quintuplicato in un anno

Articoli correlati
IVASSNews

Ivass segnala 14 siti internet irregolari

La distribuzione di polizze assicurative tramite i seguenti siti è irregolare. Le polizze ricevute…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Munich Re conferma target su utili 2022

Solido secondo trimestre, grazie alla crescita organica nel Danni Il colosso riassicurativo…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Antitrust: sanzioni di 5 milioni a UnipolSai e a Generali per pratica commerciale scorretta

Secondo l’Autorità, le due società hanno reso difficoltoso ai clienti l’accesso al fascicolo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.