EsteroIn EvidenzaNews

Rc auto: assicuratori britannici e Usa preoccupati per l’inflazione

Direct line corregge all’insù, al 96-98%, le sue previsioni di combined ratio

In Usa nel 2021 il combined ratio della rc auto è balzato al 101,4% dal 92,5% dell’anno precedente

Direct Line, la principale compagnia diretta britannica attiva nella rc auto, sta rivedendo il suo obiettivo di combined ratio (rapporto tra spese totali e premi) per l’anno in corso dopo “un periodo di forte volatilità nel mercato assicurativo auto del Regno Unito”. Lo ha dichiarato – riferisce Bestwire – il Ceo Penny James precisando che “nella prima metà del 2022 abbiamo assistito a un’inflazione dei sinistri nel settore auto superiore ai livelli ipotizzati nel nostro pricing”. Le nuove stime di combined ratio si attestano intorno al 96-98 per cento, un territorio comunque profittevole. I costi operativi della società sono stimati per quest’anno in discesa in una cifra compresa tra 690 milioni di sterline (824,87 milioni di dollari) e i 700 milioni di sterline e per il 2023 dovrebbero abbassarsi ulteriormente a 670 milioni di sterline.

Il mercato delle assicurazioni auto sta registrando una forte inflazione a causa dell’aumento dei prezzi delle auto usate, dei costi dei sinistri di terzi, dell’allungamento dei tempi di riparazione e dell’inflazione del costo dei ricambi per auto, ha dichiarato James. L’inflazione ha superato le aspettative e ora Direct Line prevede un’inflazione del 10% per l’anno in corso. Di conseguenza, il loss ratio (rapporto sinistri/premi) per il primo semestre dell’anno in corso è ora previsto intorno all’86 per cento.

Anche dall’altro lato dell’Atlantico si nutrono le stesse preoccupazioni. Secondo un report di Fitch I profitti per l’assicurazione auto, che nel 2020 erano stati i migliori degli ultimi 25 anni, sono fortemente calati nel 2021. I benefici della riduzione dell’attività di guida e dell’incidenza dei sinistri durante la pandemia sono notevolmente diminuiti nel 2021, insieme a un’escalation sostanziale della gravità dei sinistri dovuta all’aumento dell’inflazione e alle carenze della catena di approvvigionamento, in particolare nella copertura dei danni fisici.

I premi emessi dalle assicurazioni per le linee personali statunitensi sono rimbalzati con un aumento del 5% nel 2021 dopo una crescita stabile nel 2020. Immediato è stato l’effetto sul combined ratio del settore salito nel 2021 al 102,1% in contrasto con una media del 98,3% nei tre anni precedenti. Più in dettaglio l’indicatore gestionale della rc auto è fortemente peggiorato al 101,4% nel 2021 da una performance record del 92,5% registrata nel 2020 a causa della pandemia.

Leggi anche USA: forti aumenti nelle tariffe rc-auto

Articoli correlati
EsteroNews

Catastrofi naturali: Verisk stima perdite annuali di molto superiori ai $ 100 miliardi

Nel 2022 attese perdite per $126 miliardi L’incremento dei risarcimenti dovuto più…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

GB: FCA chiede agli assicuratori di non vendere componenti aggiuntivi delle polizze non necessari

L’invito fa parte di una moral suasion dell’authority per punta a aiutare gli assicurati in un…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Blackrock: sempre più investimenti private e ESG nei bilanci degli assicuratori

Il gruppo di asset management ha intervistato 370 investitori assicurativi con asset in gestione per…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.