EsteroIn EvidenzaNews

Attacchi ransomware: vietare il pagamento del riscatto agli assicuratori sarebbe uno strumento politico inefficace, dice la Geneva association

Nel 2020 gli attacchi cyber associati a estorsioni hanno rappresentato il 75% di tutti i risarcimenti informatici pagati dalle compagnie

La frequenza degli attacchi ransomware, una forma di estorsione informatica, è in aumento, insieme alle dimensioni e alla natura delle richieste di riscatto. Lo ha rilevato la Geneva Association informando che il ransomware ha rappresentato il 75% di tutti i risarcimenti assicurativi informatici nel 2020 e probabilmente nel 2021 è stata anche la categoria di perdite più costosa per il mercato assicurativo.

 Il rapporto dell’Associazione ha analizzato le complesse questioni politiche che caratterizzano il ransomware e le possibili soluzioni per contrastare il fenomeno compreso il contributo delle assicurazioni al rafforzamento della resilienza informatica delle aziende.

 “Con il ransomware – ha commentato l’amministratore delegato della Geneva Association, Jad Ariss, vediamo un esempio dell’importante ruolo di ‘prevenzione e mitigazione’ che gli assicuratori svolgono come gestori del rischio. Controllano una leva fondamentale con la loro capacità di incentivare i clienti a mantenere forti controlli di sicurezza informatica e standard, contribuendo a ridurre la vulnerabilità delle aziende agli attacchi e ad aumentare la loro resilienza informatica”.

Il report ha preso posizione anche sulla controversa questione se sia lecito che le assicurazioni paghino i riscatti degli attacchi ransomware, ciò che in alcune legislazioni è addirittura vietato.

Vietare i pagamenti di riscatto – ha sottolineato lo studio – sarebbe uno strumento politico “potenzialmente inefficace”. Un divieto assoluto “potrebbe ritorcersi contro spingendo le transazioni clandestine e incoraggiando gli aggressori ransomware a impegnarsi in nuove forme più dannose di estorsione”. I governi, piuttosto, “dovrebbero fare di più per contrastare gli attacchi ransomware: interrompere i modelli di business dei criminali informatici, combattere l’uso illecito di criptovalute e promuovere la salute informatica in tutte le aziende e nella società”.

Leggi anche Riscatto medio pagato negli attacchi ransomware quintuplicato in un anno

Articoli correlati
EsteroNews

USA: Entergy trasferisce a Metlife passività pensionistiche per $ 1,16 miliardi

Dopo il 2023, quando sono stati realizzati accordi per $45 miliardi, si preannuncia un nuovo anno…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

USA: AIG sempre più concentrata nei rami danni

Il ceo Zaffino fa il punto sulle scelte strategiche del gruppo che recentemente ha venduto a Nippon…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Swiss Re: tutti i rischi dell’intelligenza artificiale

Report del riassicuratore svizzero sui pericoli delle nuove tecnologie informative A medio…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.