EsteroIn EvidenzaNews

Guerra e razionamento del petrolio russo: il settore assicurativo non rischia perdite materiali dalla business interruption

Le protezioni per la interruzione dell’attività non contemplano la mancata consegna di un fornitore di materie prime o dell’energia necessaria all’attività produttiva

Fitch Ratings Logo

Il settore assicurativo non è materialmente esposto alle perdite per la business interruption (BI) che potrebbero derivare dall’interruzione delle forniture di gas russo all’Europa. È la valutazione contenuta in un report di Fitch Rating secondo cui le polizze per la business interruption coprono in genere solo le perdite derivanti da danni fisici ai locali aziendali o agli impianti di produzione. Non coprono, invece, le perdite causate dalla mancata consegna da parte di un fornitore delle materie prime o dell’energia necessaria all’attività aziendale.

Le imprese che subiscono perdite a causa di un’interruzione del gas russo possono richiedere un risarcimento se dispongono di una polizza contro il rischio politico. Tuttavia l’agenzia di rating non si aspetta che tali richieste di risarcimento siano semplici poiché la formulazione dei contratti è probabilmente restrittiva e potrebbe essere difficile per i richiedenti contestare con successo le richieste di risarcimento respinte a causa della formulazione. Inoltre, cosa più importante per il settore assicurativo nel suo complesso, non sembra esservi una diffusione significativa delle coperture contro il rischio politico che potrebbe essere applicata nel caso specifico di un’interruzione del gas russo.

Le imprese europee potrebbero essere danneggiate dal razionamento del gas operato dai governi in previsione di una riduzione delle forniture dalla Russia, ma le perdite che ne deriverebbero non sarebbero coperte dall’assicurazione. I governi potrebbero invece fornire un sostegno alle imprese colpite.

L’interruzione del gas potrebbe invece indirettamente portare a un aumento delle richieste di risarcimenti assicurativi. Ad esempio, se le famiglie non fossero in grado di mantenere il riscaldamento durante l’inverno, potrebbe verificarsi un aumento dei sinistri dovuti alla rottura dei tubi dell’acqua. La chiusura delle fabbriche potrebbe portare a un aumento delle richieste di risarcimento a causa di guasti ai macchinari industriali. Tuttavia Fitch non si aspetta un impatto significativo sugli utili degli assicuratori.

Leggi anche Impraticabili e complicate le proposte di price-cap del petrolio russo

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Diffusa insoddisfazione e mancanza di fiducia nel settore assicurativo globale, dice un report di Wefox

Soltanto il 13% dei clienti tuttavia rinuncerebbe alla polizza I consumatori sono…
Leggi di più
EsteroNews

Cina: le assicurazioni property on line hanno superato i 53 miliardi di yuan nel primo semestre

Il settore assicurativo immobiliare online cinese ha mantenuto una crescita stabile nella prima…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: Uragano Ian costerà agli assicuratori decine di miliardi di dollari

Le stime variano tra i $25miliardi di Fitch ai $47 di CoreLogic e i 63 miliardi di Karen…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.