In EvidenzaNews

Catastrofi naturali: perdite economiche in forte calo nel primo semestre 2022

Secondo un report di Munich Re i danni sono ammontati a $65 miliardi rispetto ai $105 miliardi del 2021

Pressoché invariate a $34 miliardi le perdite assicurative

Gli Usa in testa nella classifica delle perdite economiche ($28 miliardi) causate da disastri naturali

Nella prima metà del 2022 – scrive Reinsurance News – gli Stati Uniti sono stati il paese più flagellato da catastrofi naturali che a livello globale hanno raggiunto i 65 miliardi di dollari di cui poco più del 50% coperti dalla riassicurazione,

Lo segnala un report pubblicato da Munich Re secondo cui gli eventi disastrosi avvenuti nel periodo hanno registrato un significativo calo rispetto ai 105 miliardi dello scorso anno, mentre le perdite assicurate sono rimaste pressoché invariate a circa 34 miliardi di dollari.

I dati sulle perdite assicurative sono sostanzialmente allineati a quelli stimati nei giorni scorsi dal gruppo di brokeraggio Aon ($39 miliardi) che tuttavia ha calcolato un ammontare di perdite economiche associate a catastrofi naturali significativamente più elevato ($ 92 miliardi)

Per tornare al report di Munich Re l’evento più costoso in termini di perdite economiche sono state le alluvioni nell’Australia orientale, con un importo provvisorio di 3,7 miliardi di dollari e perdite economiche per un totale di 6,6 miliardi di dollari.

Nel confronto tra i diversi paesi sono stati comunque gli Usa a primeggiare nella classifica delle perdite per il primo semestre del 2022, con un totale di 28 miliardi di dollari, di cui 19 miliardi assicurati. Secondo Munich Re, la causa principale delle perdite negli Stati Uniti è da ricondurre ad un tornado che in aprile ha causato danni per oltre 3 miliardi di dollari, di cui circa il 75% era assicurato. Il fatto che la maggior parte dei sinistri si sia verificata negli Stati Uniti, che hanno una maggiore diffusione delle assicurazioni rispetto ad altre parti del mondo, spiega perché la percentuale di sinistri assicurati sul totale dei sinistri è più alta quest’anno rispetto all’anno scorso.

Tutto ciò – osserva Munich Re -“è un esempio perfetto di come un’alta densità assicurativa possa aiutare ad assorbire gli shock economici delle catastrofi naturali”.

In altre parti del mondo emergenti, la penetrazione assicurativa rimane pericolosamente bassa, tra cui alcune zone della regione Asia-Pacifico, anch’esse colpite da gravi catastrofi nei primi sei mesi di quest’anno. Tra queste, il terremoto di magnitudo 7,3 che ha colpito la parte orientale dell’isola principale di Honshu in Giappone, con perdite assicurate per 2,8 miliardi di dollari e perdite totali per 8,8 miliardi di dollari. In totale, Munich Re ritiene che nella regione Asia-Pacifico si sono concentrati 22 miliardi di dollari di perdite economiche dovute a catastrofi naturali di cui 8 miliardi assicurati.

L’Europa ha sperimentato condizioni di caldo estremo e di siccità che hanno portato a scarsità d’acqua e a incendi, in particolare in Spagna, Portogallo e Italia. “Quelle che erano giornate calde saranno giornate molto calde, quelle che erano giornate molto calde saranno giornate torride. Siccità e incendi saranno una conseguenza diretta”, ha sottolineato Ernst Rauch, Chief Climate Scientist di Munich Re e responsabile della Climate Solutions Unit.

Anche l’Europa ha risentito della forza delle tempeste invernali nella prima metà del 2022 in particolare in Inghilterra, Irlanda, Belgio, Paesi Bassi, Germania e sulla costa baltica. Munich Re stima il costo complessivo di queste tempeste in 5,2 miliardi di dollari.

“Possono essere tutti eventi singoli con cause diverse, ma nel complesso una cosa sta diventando estremamente chiara: la potente influenza del cambiamento climatico sta diventando sempre più evidente!”, ha aggiunto Rauch.

Leggi anche Australia: il costo delle catastrofi naturali destinato a triplicare

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: pagati risarcimenti per £1,5 miliardi per interruzione dell’attività in seguito a covid-19

La stima viene dalla Fca che ha analizzato gli effetti della sentenza emessa nel 2021 dalla Corte…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Pet insurance: il mercato previsto in forte crescita nei prossimi anni

La dimensione globale crescerà dagli attuali $8,1 a $32 miliardi entro il 2030 ad un tasso di…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Europa: warning Eiopa su polizze CPI

I risarcimenti sono inferiori al 30% dei premi lordi pagati dai consumatori L’Eiopa ha…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.