News

L’insurtech israeliana Hippo Insurance licenzia il 10% della forza lavoro

Un report di GlobalData evidenzia il crollo di circa l’80% del valore degli investimenti globali nel settore Insurtech nel 2021

Logo Global Data

Sembrava una corsa infinita quella dell’Insurtech, una crescita senza freni in grado di rivoluzionare il mondo delle polizze. Invece, anche per le società che abbinano le nuove tecnologie all’assicurazione è arrivato il momento di fare i conti con la dura realtà. Un recente report della società di analisi inglese GlobalData evidenzia il crollo di circa l’80% del valore degli investimenti globali nel 2021. Calo di investimenti che ha messo in difficoltà le casse delle società di Insurtech che hanno iniziato a tagliare posti di lavoro. Ad esempio, Lemonade ha tagliato del 20% il personale della controllata Metromile, subito dopo aver completato l’acquisizione all’inizio di agosto, nonostante avesse rassicurato tutti sul fatto che l’operazione non avrebbe comportato riduzioni di organico.

A giugno, un’altra big come Nova Benefits ha ridotto il personale del 30% e Zego del 17% a luglio. “Gli investimenti nel settore si sono prosciugati per una combinazione di fattori”, ha commentato Ben Carey-Evans, Senior Insurance Analyst di GlobalData. “I round di finanziamento sono essenziali per mantenere le società di insurtech nelle fasi iniziali prima che diventino redditizie, quindi la riduzione degli investimenti è un ostacolo rilevante”.

Alla fine di luglio 2022 risultavano investimenti in Insurtech da 1 miliardo di dollari in Insurtech, pari al 49,5% del totale annuo del 2021, il che rende improbabile chiudere l’anno in crescita.

Non sfugge alle difficoltà del settore neanche Hippo Insurance (Hippo), insurtech israeliana specializzata nell’assicurazione dei proprietari di case, che ha licenziato il 10% della sua forza lavoro (70 dipendenti), con effetto immediato. Si tratta solo del dato più recente che viene da un settore che sono passate dal perseguire una logica di crescita dei volumi a una strategia focalizzata sulla redditività.

Stando a un’analisi condotta da Calcalist, Hippo avrebbe licenziato alcuni dei suoi dipendenti per “accelerare ulteriormente sul miglioramento dell’efficienza e per focalizzarsi sulle priorità strategiche”. Poche settimane fa Hippo rendeva noto che le entrate complessive per il secondo trimestre del 2022 ammontavano a 28,7 milioni di dollari, con un aumento di 7,8 milioni di dollari su base annua. Nello stesso periodo, il suo gross loss ratio è stato del 78%, un miglioramento significativo rispetto al 161% dello scorso anno.

Tuttavia, una settimana fa, le azioni della società risultavano in calo di quasi il 6%, per una capitalizzazione di mercato di 555 milioni di dollari.

Davanti a questi numeri, il fondatore e presidente esecutivo di Hippo, Assaf Wand, ha sottolineato come la società ha conosciuto tempi migliori: “L’anno scorso valevamo dai 5 ai 6 miliardi di dollari e ora il nostro valore è sceso a mezzo miliardo di dollari. Una correzione significativa. È successo anche a Pinterest, DoorDash e Peloton. Toccherà un po’ a tutti. Si tratta di una correzione che arriva dopo un periodo di tassi di interesse molto bassi e quando succedono queste cose vanno ripulite molte cose, ma in questo caso si è andati oltre. La sensazione non è piacevole, ma abbiamo imparato molto rapidamente che dobbiamo affrontare ciò che sta accadendo e restringere i flussi di cassa”.

Leggi anche Hippo chiude il bilancio 2021 in perdita per 367 milioni

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: pagati risarcimenti per £1,5 miliardi per interruzione dell’attività in seguito a covid-19

La stima viene dalla Fca che ha analizzato gli effetti della sentenza emessa nel 2021 dalla Corte…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Pet insurance: il mercato previsto in forte crescita nei prossimi anni

La dimensione globale crescerà dagli attuali $8,1 a $32 miliardi entro il 2030 ad un tasso di…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Europa: warning Eiopa su polizze CPI

I risarcimenti sono inferiori al 30% dei premi lordi pagati dai consumatori L’Eiopa ha…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.