EsteroIn EvidenzaNews

Batterie al litio: fake news di Axa su macchina Tesla

Un video mostrava una macchina in fiamme per l’incendio della batteria ma era una messa in scena

Un documentato report di Allianz ha comunque confermato la pericolosità degli accumulatori al litio

Logo Axa

Le batterie al litio sono a rischio d’incendio? L’argomento, oggetto di periodiche discussioni, è stato rilanciato in questi giorni a causa di una “fake news” diffusa dalla filiale svizzera di Axa. Questa – spiega Electrive – è sotto accusa per aver inscenato un incendio della batteria durante un crash test di una berlina Tesla. La compagnia voleva dimostrare come le auto elettriche possano rapidamente divampare in un pericoloso incendio dopo un incidente.

Ma non è stata la batteria della Tesla a prendere fuoco. In realtà, Axa aveva rimosso la batteria del veicolo prima della dimostrazione di fine agosto, ha dichiarato in seguito la società parigina.

Un video del crash test pubblicato dall’Associazione svizzera del commercio automobilistico mostrava una Tesla gialla sfrecciare verso un ostacolo e poi capovolgersi, atterrando a testa in giù sul tetto. Pochi istanti dopo, il motore emetteva uno scoppio e la parte anteriore dell’auto andava in fiamme, mentre la folla presente applaudiva.

Giovedì Axa Svizzera ha dichiarato in un comunicato di essere dispiaciuta che il crash test abbia dato una “falsa impressione” e creato “confusione”.

L’azienda ha dichiarato di aver dovuto prendere provvedimenti per proteggere gli spettatori durante la dimostrazione di un’auto a batteria che andava in fiamme. La batteria dell’auto è stata rimossa e l’incendio è stato spento “in condizioni controllate”, ha dichiarato l’azienda.

In una dichiarazione rilasciata al sito web tedesco 24auto.de, l’azienda ha ammesso di aver utilizzato degli effetti pirotecnici per innescare l’incendio. D’altra parte la pericolosità delle batterie al litio è stata recentemente confermata in un report di Allianz Global Corporate & Specialty (AGCS). Il trasporto di batterie agli ioni di litio (Li-ion), altamente infiammabili – ha scritto la compagnia sul suo bollettino sui rischi – sta avendo un impatto crescente sulla sicurezza del trasporto marittimo. L’assicuratore ha dichiarato che gli incendi e le esplosioni sono la terza causa di perdite nel settore navale nell’ultimo decennio e la causa più costosa di sinistri marittimi negli ultimi cinque anni.

Leggi anche Allianz: prevenzione decisiva contro il rischio di incendi alle batterie

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Giappone: nel 2021 risultati tecnici in forte miglioramento per le compagnie danni

I profitti operativi hanno raggiunto i 310 miliardi di yen La raccolta netta aggregati si è…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

GB: i Lloyd’s investigano su possibile attacco cyber

Il mercato londinese è stato uno dei principali sostenitori delle sanzioni contro la Russia I…
Leggi di più
EsteroNews

India: Irdai approva piattaforma on line per quotare le polizze vita e danni

Bima Sugam avrà come azionisti le compagnie che partecipano al circuito Il regulator…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.