EsteroNews

Assicurazioni e deglobalizzazione: la ristrutturazione della supply chain causerà coperture danni per 33 miliardi

Un report di Sigma-Swiss Re fa i conti con gli effetti della pandemia, della guerra in Ucraina e della crisi energetica

Logo Swiss Re

Le attività di ristrutturazione della catena di approvvigionamento genereranno 33 miliardi di dollari di premi assicurativi danni entro il 2026. Lo scrive ENP Newswire citando uno studio di Sigma Swiss Re. Le assicurazioni legate al settore energetico dovrebbero generare ulteriori 237 miliardi di dollari di premi entro il 2035. I premi assicurativi agricoli globali dovrebbero quasi raddoppiare a 80 miliardi di dollari entro il 2030

La pandemia e la guerra in Ucraina hanno esacerbato la deglobalizzazione, creando un ambiente in cui prevalgono le preoccupazioni per la resilienza della catena di approvvigionamento, l’energia e la sicurezza alimentare. L'”amicizia” delle catene di approvvigionamento nei paesi alleati e il ripristino della capacità di produzione a livello nazionale, gli investimenti nell’energia verde e la mitigazione di una crisi alimentare modelleranno il panorama dei rischi e probabilmente favoriranno maggiori investimenti nell’economia reale, rileva Swiss Re Institute nel suo ultimo studio (“Mantenere la resilienza: il ruolo degli assicuratori danni in un nuovo ordine mondiale”).

“Sei mesi dopo la guerra in Ucraina – ha sottolineato Jerome Haegeli, Group Chief Economist di Swiss Re – il nostro mondo è cambiato radicalmente. Per effetto della guerra e della pandemia, ci stiamo spostando da un mondo interconnesso a un mondo multipolare per fronteggiare le catene di approvvigionamento interrotte, le crisi energetiche e alimentari. Le assicurazioni stanno diventando ancora più vitali per l’economia, contribuendo alla stabilità finanziaria delle imprese coprendo i rischi della catena di approvvigionamento. L’industria può anche facilitare la transizione verso un’economia verde assicurando e investendo in infrastrutture per l’energia rinnovabile e ampliando l’assicurazione agricola, può contribuire alla sicurezza alimentare globale”.

Poiché le energie rinnovabili sono solo una componente della transizione verde, sono necessari maggiori investimenti nella decarbonizzazione di tutti i settori dell’economia se il mondo vuole raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi. Se i paesi riusciranno a realizzare tutta la capacità di energia rinnovabile che si sono prefissati finora, Swiss Re Institute stima che questi investimenti genereranno premi aggiuntivi nel settore energetico per 237 miliardi di dollari entro il 2035. Tuttavia, la transizione verso un’economia verde richiede sforzi globali e la frammentazione basata su preoccupazioni geopolitiche e di sicurezza potrebbe potenzialmente ostacolare l’azione coordinata globale richiesta.

A causa delle interruzioni della catena di approvvigionamento dovute alla pandemia e alla guerra in Ucraina, i prezzi dei generi alimentari sono aumentati vertiginosamente. La siccità e le forti piogge nei principali paesi agricoli hanno portato al fallimento dei raccolti, aumentando ulteriormente i prezzi. Con la popolazione mondiale che dovrebbe raggiungere quasi 10 miliardi nei prossimi tre decenni, la sicurezza alimentare globale è diventata ancora più fondamentale. L’assicurazione agricola può svolgere un ruolo chiave nell’aiutare gli agricoltori a mantenere i livelli di reddito e continuare a coltivare anche in caso di perdite di raccolto. Si prevede che i premi assicurativi agricoli globali raggiungeranno gli 80 miliardi di dollari entro il 2030, dai 46 miliardi di dollari del 2020.

Leggi anche Swiss Re: premi assicurativi globali oltre la soglia dei 7000 mld

Articoli correlati
In EvidenzaNews

Da Reale Foundation e Aicr Onlus un aiuto concreto alle comunità marchigiane colpite dall’alluvione

Per far fronte ai danni causati dall’alluvione Reale Foundation, la Fondazione Corporate di Reale…
Leggi di più
EsteroNews

USA: Uragano Ian banco di prova per i riassicuratori

In base ad un programma statale le compagnie dirette riceveranno $2 miliardi per le perdite subite…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Svizzera: IFRS17 avrà effetti limitati sugli utili di Zurich

Il gruppo stima le conseguenze nel nuovo principio contabile che entrerà in vigore con il…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.