EsteroIn EvidenzaNews

Europa: Eiopa mette in guardia gli assicuratori sui rischi sistemici

Pandemia, rischio climatico e guerra in Ucraina sono esempi in cui il rischio sistemico può non essere esplicitamente rappresentato nelle polizze

Logo Eiopa

L’Eiopa, autorità europea del settore delle assicurazioni, ha raccomandato alle autorità nazionali di monitorare il settore per verificare se le società di assicurazione valutano adeguatamente i termini, le condizioni e l’ambito della copertura ogni volta che il rischio derivante da un evento sistemico diventa non assicurabile o non è chiaro se il rischio è coperto o meno. In un comunicato l’authority ha messo l’accento sul fatto che “con l’aumento della frequenza degli eventi sistemici, esiste il rischio che i prodotti assicurativi che li coprono diventino inaccessibili o non disponibili. Allo stesso tempo, i prodotti che coprono tali eventi o i prodotti che tacciono sulla copertura possono escluderli esplicitamente in futuro. Questi sviluppi hanno il potenziale per ampliare ulteriormente i divari di protezione esistenti, che possono avere un effetto negativo sui consumatori e rendere le nostre economie e società meno resilienti”. L’Eiopa preme per la convergenza in materia di vigilanza nel modo in cui le autorità nazionali valutano il trattamento delle esclusioni nei prodotti assicurativi in relazione ai rischi derivanti dagli eventi sistemici nell’ambito della progettazione del prodotto assicurativo e della definizione dei termini e delle condizioni.

Nella documentazione allegata al suo comunicato Eiopa ha fatto anche esempi concreti. “La crisi pandemica ha messo in luce problemi di chiarezza e possibili lacune di protezione per le coperture assicurative contro l’interruzione dell’attività e i viaggi. Il cambiamento climatico aumenta il rischio di un aumento dell’attuale gap di protezione assicurativa per le catastrofi naturali. L’attuale invasione dell’Ucraina da parte delle forze russe, che aumenta il rischio di attacchi informatici, evidenzia anche il rischio di un aumento delle lacune di protezione informatica, poiché i rischi informatici potrebbero diventare inaccessibili o non assicurabili. Al di là delle considerazioni di cui sopra, questi eventi sistemici hanno anche evidenziato un crescente danno per i clienti esistenti e potenziali alla luce di termini contrattuali ambigui e della mancanza di chiarezza sulla copertura o meno delle perdite derivanti da tali eventi, con conseguenti controversie tra clienti e imprese di assicurazione, rischi di reputazione per il settore e possibili perdite significative per tutte le parti coinvolte”.

Leggi anche Eiopa: maggiore armonizzazione nei sistemi di protezione assicurativa

Articoli correlati
News

Wide Broker Market, l’evento firmato Wide Group per il confronto tra broker e partner assicurativi

Due tavole rotonde hanno caratterizzato l’appuntamento: la prima dedicata al ruolo degli…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Sara Assicurazioni e la rappresentanza Agenti del GAS (Gruppo Agenti Sara) siglano l’accordo dati e integrativo

L’intesa è stata siglata il 22 settembre alla presenza di Alberto Tosti, direttore generale di…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Area Brokers Industria rileva il 100% di Mab

“L’operazione di acquisizione di MAB S.r.l. ci permette di aprire su una piazza strategica…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.