EsteroIn EvidenzaNews

USA: Collaborazione tra Google e Travelers per un “ecosistema di dati connessi”

Milioni di dati strutturati e non provenienti da più fonti attraverso Google Cloud arriveranno alla compagnia per migliorare il processo di sottoscrizione

Google Cloud si allea con Travelers per costruire “ecosistema di dati connessi” al fine di migliorare il processo di sottoscrizione delle assicurazioni commerciali. Il gigante del web ha scelto di costruire la sua partnership con il campione delle assicurazioni danni Usa, un colosso che nel 2021 ha contabilizzato incassi per £35 miliardi.

La partnership tra le due aziende – segnala Reinsurance News – consentirà di sintetizzare rapidamente grandi quantità di informazioni, aiutando i sottoscrittori di Travelers a valutare in modo più efficiente i rischi delle imprese di grandi e medie dimensioni. L’ecosistema di dati, costruito su Google Cloud, integrerà milioni di dati strutturati e non strutturati provenienti da più fonti – interne ed esterne – e sfrutterà l’intelligenza artificiale e le analisi avanzate per fornire ai sottoscrittori un quadro più chiaro del profilo di rischio di un potenziale cliente.

“Le compagnie assicurative – ha sottolineato Henna Karna, managing director per le soluzioni globali del settore assicurativo, riassicurativo e di gestione del rischio di Google Cloud – sono ricche di dati proprietari, ma c’è un’abbondanza di dati di terze parti nuovi e in via di sviluppo che stanno diventando sempre più preziosi per i sottoscrittori. Il nostro obiettivo finale è quello di potenziare il settore assicurativo con funzionalità basate sul cloud che colleghino questi punti e forniscano una visione completa del rischio”.

Google Cloud sta entrando da tempo nel settore assicurativo. Nel marzo 2021, il gigante dei dati e del software ha annunciato la collaborazione con Munich Re e AGCS per una soluzione di cyber-assicurazione, una settimana prima che l’azienda assumesse Nigel Walsh da Deloitte come amministratore delegato per le assicurazioni. Solo poche settimane fa era stata annunciata una partnership con CoreLogic.

Queste mosse non sono passate inosservate. In aprile, GlobalData ha dichiarato che Google rappresenterebbe la principale minaccia per gli assicuratori tradizionali, qualora decidesse di offrire prodotti assicurativi domestici direttamente ai clienti. Per valutare il sentimento dei consumatori, GlobalData ha svolto quest’anno un sondaggio presso i consumatori inglesi chiedendo loro se prenderebbero in considerazione l’acquisto della loro assicurazione sulla casa da un fornitore non tradizionale. Oltre il 25% degli intervistati ha dichiarato che sarebbe disposto ad acquistare l’assicurazione sulla casa da Google, ed anche Amazon e i fornitori di energia hanno ottenuto buoni risultati.

“L’accelerazione della digitalizzazione dopo la pandemia e l’aumento dell’uso di dispositivi domestici intelligenti fanno sì che le compagnie tecnologiche e gli operatori esterni rappresentano una minaccia per gli assicuratori nel Regno Unito, sfruttando le loro competenze in materia di digitalizzazione e il forte riconoscimento del marchio per attirare i clienti”, aveva fatto presente all’epoca GlobalData.

Leggi anche Meta accusata negli usa di aver violato la privacy sui dati sanitari

Articoli correlati
News

Inail e Polizia di Stato firmano protocollo d’intesa per la prevenzione degli incidenti stradali

L’obiettivo è la promozione della cultura della guida sicura, attraverso iniziative comunicative…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Sono in forte aumento i furti di macchine operatrici da cantiere

I mezzi, una volta rubati, vengono per lo più smontati, per alimentare il mercato nero dei pezzi di…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Welfare Italia indica le 6 priorità di azione per il welfare italiano

A preoccupare maggiormente è la dinamica demografica negativa del Paese: nel 2021, per la prima…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.