EsteroNews

Usa: Marsh accetta come pagamento dei suoi servizi anche crediti per la compensazione delle emissioni di carbonio e certificati di energia rinnovabile

La modalità di pagamento intende favorire la transizione verso energie rinnovabili

Marsh, la compagnia leader del brokeraggio assicurativo, ha annunciato che i clienti statunitensi hanno ora la possibilità di pagare le tariffe dei suoi servizi con crediti volontari di compensazione delle emissioni di carbonio e certificati di energia rinnovabile (REC).

L’iniziativa, che si ritiene sia la prima nel suo genere nel settore dei servizi finanziari, rientra – scrive Reinsurance News – nell’impegno di Marsh per contribuire ad accelerare la transizione energetica dai combustibili fossili verso le energie rinnovabili.

In base al programma, i clienti di Marsh potranno scegliere di pagare i servizi di brokeraggio assicurativo o di consulenza sui rischi trasferendo crediti di compensazione volontaria delle emissioni di carbonio e REC a Bank of America, che ha una vasta esperienza nei mercati delle emissioni di carbonio, attraverso un conto di registro. Dopo aver ricevuto i crediti e i certificati, Bank of America invierà i proventi a Marsh.

I crediti di compensazione volontaria delle emissioni di anidride carbonica sono la contropartita degli investimenti societari in progetti e infrastrutture ambientali che rimuovono l’anidride carbonica (CO2) o evitano l’emissione di CO2. Ogni compensazione rappresenta la rimozione o la mancata emissione di una tonnellata di CO2, verificata con successo.

Allo stesso tempo, i REC sono registrazioni della produzione di energia elettrica rinnovabile e vengono rilasciati alle organizzazioni quando un megawattora (MWh) di elettricità viene generato e consegnato alla rete elettrica da una risorsa energetica rinnovabile.

“Il settore assicurativo – ha sottolineato Pat Donnelly, presidente di Marsh per gli Stati Uniti e il Canada – ha un ruolo centrale nel consentire alle imprese di raggiungere gli obiettivi climatici fissati alla Conferenza Onu sui cambiamenti climatici, svoltasi nel 2021 (COP26). Il nuovo programma di Marsh per il pagamento dei crediti di carbonio dimostra come l’investimento in solide strutture ESG possa portare a benefici tangibili e integra altre iniziative di Marsh come il nostro strumento ESG Risk Rating, che consente alle organizzazioni di misurare le proprie performance ambientali, sociali e di governance (ESG). Poter pagare i servizi e le soluzioni Marsh con questi crediti e certificati è un vantaggio per i nostri clienti che cercano di preservare la liquidità e fornisce un ulteriore incentivo a investire in progetti di rimozione e mancata emissione di carbonio”.

Leggi anche Marsh lancia il servizio di cyber incident management

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: WTW lancia un programma di ricerca sui rischi geopolitici

Il programma triennale applicherà wargame e pianificazione degli scenari per testare la…
Leggi di più
EsteroNews

Cina: Sunshine Insurance sbarca in borsa per raccogliere capitali per $950 milioni

Sarà la seconda IPO dell’anno alla borsa di Hong Kong La compagnia cinese Sunshine…
Leggi di più
EsteroNews

Canada: HSBC vende il suo business per $10 miliardi

L’acquirente è la Royal Bank of Canada L’operazione avviene mentre il maggior azionista di…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.