EsteroNews

USA: Uragano Ian banco di prova per i riassicuratori

In base ad un programma statale le compagnie dirette riceveranno $2 miliardi per le perdite subite in conseguenza di un uragano

Se Ian atterrerà nelle aree più popolate di Tampa i danni potrebbero a essere simili a quelli subiti con Andrew nel ‘92 (equivalenti a $30 miliardi attuali)

Logo AM Best

L’Uragano Ian è in arrivo a Tampa dopo aver devastato Cuba, dove ha messo fuori uso l’intera rete elettrica. A giudizio dell’agenzia di rating AM Best – scrive Best’s Insurance News – sarà il primo banco di prova del programma di riassicurazione appena creato in Florida, un accordo temporaneo varato dai legislatori nel tentativo di stabilizzare il travagliato mercato assicurativo immobiliare dello Stato.

Il programma Reinsurance to Assist Policyholders (Riassicurazione per assistere gli assicurati) è stato varato a maggio per fornire 2 miliardi di dollari di copertura per le perdite subite dagli assicuratori a causa degli uragani. Nel suo commento “Hurricane Ian Will Test Florida’s New State-Run Reinsurance Program” l’agenzia di rating afferma che questo programma di riassicurazione sarà messo sotto pressione se l’uragano Ian colpirà aree densamente popolate come l’area di Tampa/St. Petersburg, dove le case sono più grandi e il valore assicurato per abitazione è più alto.

L’assicurazione immobiliare in Florida è già un mercato difficile e l’imminente uragano sembra rendere le condizioni ancora più difficili”, ha dichiarato Christopher Graham, analista senior del settore, AM Best. “I tassi di riassicurazione sono già in aumento e un uragano catastrofico metterà probabilmente più pressione ai riassicuratori per aumentare i tassi”.

Le perdite assicurate dall’uragano Andrew, che nel 1992 colpì la Florida meridionale con una tempesta di categoria 5, ammontarono a 15,5 miliardi di dollari, che in dollari odierni equivarrebbero a 30 miliardi di dollari. Anche se le ultime previsioni indicano che l’uragano Ian atterrerà a sud di Tampa, un atterraggio nella popolosa area intorno alla città potrebbe portare a perdite assicurate pari a quelle dell’uragano Andrew.

Gli assicuratori che si concentrano in Florida, ovvero quelli che raccolgono almeno il 20% dei premi lordi emessi nello Stato, sono stati fortemente colpiti dai grandi uragani. Il loro loss ratio (rapporto tra sinistri e premi incassati) ha raggiunto il 72% con l’uragano Irma nel 2017 e ha superato il 60% quando l’uragano Michael ha colpito un’area molto meno popolata nel 2018.

Leggi anche Uragano Fiona causa danni agli assicuratori per 700-milioni

Articoli correlati
News

Inail e Polizia di Stato firmano protocollo d’intesa per la prevenzione degli incidenti stradali

L’obiettivo è la promozione della cultura della guida sicura, attraverso iniziative comunicative…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Sono in forte aumento i furti di macchine operatrici da cantiere

I mezzi, una volta rubati, vengono per lo più smontati, per alimentare il mercato nero dei pezzi di…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Welfare Italia indica le 6 priorità di azione per il welfare italiano

A preoccupare maggiormente è la dinamica demografica negativa del Paese: nel 2021, per la prima…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.