EsteroIn EvidenzaNews

La pandemia ha causato perdite agli assicuratori mondiali per $43,5 miliardi

Secondo il broker Howden è stato il terzo sinistro più costoso nella storia delle compagnie dopo Katrina e l’11 settembre

La pandemia che ha infestato il mondo dal 2020 – ha scritto Insider Engage- è la madre di tutte le perdite da shock sistemico. Secondo un’analisi del broker assicurativo Howden, le perdite assicurate legate a covid-19 sono ammontate a 43,5 miliardi di dollari fino alla fine del 2021.

Si tratta del terzo maggior esborso da parte del settore assicurativo per qualsiasi catastrofe naturale o provocata dall’uomo, dopo l’uragano Katrina e gli attacchi terroristici dell’11 settembre.

Secondo la Global Claims Review 2022 pubblicata da Allianz, oltre alle richieste di risarcimento per le assicurazioni sulla vita e sulla salute (L&H), la maggior parte delle richieste di risarcimento legate a Covid-19 è stata causata dalle coperture per l’annullamento di eventi e dalle richieste di risarcimento per l’interruzione dell’attività (BI) da parte di aziende colpite da serrate. Il rapporto rileva anche un piccolo numero di richieste di risarcimento professionale avanzate nei confronti di consulenti, compresi i broker assicurativi, in relazione alla copertura BI.

Molti di questi contenziosi devono ancora essere risolti e sono soggette all’interpretazione delle polizze e alle decisioni dei tribunali in diversi Paesi, in particolare Regno Unito, Australia e Sudafrica.

Nei recenti risultati finanziari dei gruppi riassicurativi c’è un’evidenza dell’impatto che la pandemia ha avuto sull’industria delle polizze. Nel bilancio annuale per il 2021, i Lloyd’s hanno dichiarato di aver pagato 2,9 miliardi di sterline ai clienti colpiti dal Covid-19 (l’86% delle richieste di risarcimento notificate finora).

I sinistri e le riserve di Swiss Re per il 2020 relativi alla pandemia sono ammontati a quasi 4 miliardi di dollari i e hanno determinato una perdita netta di 878 milioni di dollari per l’anno, la prima perdita annuale dalla crisi finanziaria globale del 2008. Nel 2021 Swiss Re ha inoltre assorbito un totale di 2,0 miliardi di dollari di sinistri legati al Covid-19, la maggior parte dei quali relativi ai rami vita e salute.

Quanto a Munich Re il riassicuratore tedesco ha pagato nel 2020 3,4 miliardi di euro di sinistri legati a Covid-19, soprattutto nei rami di riassicurazione per cancellazione di eventi e interruzione di attività. Più limitati (€370 milioni) sono stati gli esporsi nei comparti vita e salute che invece hanno maggiormente pesato (per €785 milioni) nel 2021 a causa di un aumento della mortalità attribuibile alla pandemia.

Leggi anche FCA: agli assicuratori non-vendete componenti aggiuntivi

Articoli correlati
News

Inail e Polizia di Stato firmano protocollo d’intesa per la prevenzione degli incidenti stradali

L’obiettivo è la promozione della cultura della guida sicura, attraverso iniziative comunicative…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Sono in forte aumento i furti di macchine operatrici da cantiere

I mezzi, una volta rubati, vengono per lo più smontati, per alimentare il mercato nero dei pezzi di…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Welfare Italia indica le 6 priorità di azione per il welfare italiano

A preoccupare maggiormente è la dinamica demografica negativa del Paese: nel 2021, per la prima…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.