EsteroIn EvidenzaNews

GB: pagati risarcimenti per £1,5 miliardi per interruzione dell’attività in seguito a covid-19

La stima viene dalla Fca che ha analizzato gli effetti della sentenza emessa nel 2021 dalla Corte Suprema

La sentenza della Corte suprema inglese che nel 2021 ha indicato quali tipi di polizze sulla business interruption (BI) andavano pagate in seguito alla pandemia, ha continuato a riverberarsi positivamente sui consumatori. Gli ultimi dati disponibili – è detto in un comunicato della stessa authority inglese che ha promosso la causa presso la Suprema corte – mostrano che al settembre di quest’anno le compagnie avevano pagato risarcimenti per £ 1,5 miliardi a 36mila piccoli esercizi come diretta conseguenza della causa.

Le dispute legali, in seguito ai lockdown dell’economia decisi per contenere l’espansione di covid -19, erano nate per il fatto che i contratti assicurativi spesso non contenevano indicazioni chiare sulle esclusioni delle coperture di BI. E quindi in un primo tempo le compagnie avevano negato i risarcimenti sostenendo che la pandemia e le sue conseguenze non rientravano nei casi previsti dalle polizze. Per dirimere le dispute la FCA aveva promosso un test case presso l’Alta corte Londinese e, in appello, presso la Suprema corte. I giudici in molti casi hanno dato ragione ai consumatori. A distanza di oltre un anno da quelle sentenze l’autorità di controllo britannica ha fatto il punto su come le compagnie le stanno applicando. Il quadro non è a tinte uniche. Non mancano buone pratiche sottolineate dalla FCA che tuttavia ha sollevato preoccupazioni sul modo in cui le aziende hanno gestito i reclami dei clienti vulnerabili, sulla tenuta dei registri dei risarcimenti e sugli inutili ritardi nei pagamenti.

“Abbiamo lavorato a fianco degli assicuratori – ha sottolineato Sheldon Mills, Direttore Esecutivo di Consumatori e Concorrenza della FCA – per garantire che i sinistri siano liquidati rapidamente, ma non siamo del tutto soddisfatti. Sebbene abbiamo osservato buone pratiche, ci sono lezioni da trarre per la gestione di tutti i sinistri. Dato che i consumatori e le imprese in tutto il paese sono colpiti da pressioni inflazionistiche e dall’aumento del costo della vita, è fondamentale che gli assicuratori gestiscano tempestivamente i sinistri e trattino i clienti in modo equo”.

Leggi anche Indagine: il covid-19 porterà a cambiamenti significativi nelle polizze di interruzione di attività

Articoli correlati
News

Inail e Polizia di Stato firmano protocollo d’intesa per la prevenzione degli incidenti stradali

L’obiettivo è la promozione della cultura della guida sicura, attraverso iniziative comunicative…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Sono in forte aumento i furti di macchine operatrici da cantiere

I mezzi, una volta rubati, vengono per lo più smontati, per alimentare il mercato nero dei pezzi di…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Welfare Italia indica le 6 priorità di azione per il welfare italiano

A preoccupare maggiormente è la dinamica demografica negativa del Paese: nel 2021, per la prima…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.