In EvidenzaNews

Generali, utile netto stabile a 2,2 miliardi e raccolta premi in crescita

Premi lordi in aumento a € 59,8 miliardi (+1,3%), grazie allo sviluppo del Danni (+10,3%), in particolare nel non auto; premi in calo nel Vita (-2,9%). Raccolta netta Vita a € 7,7 miliardi, guidata dalle linee unit-linked e puro rischio e malattia, coerentemente con la strategia di riposizionamento del portafoglio”

Il cda di Assicurazioni Generali ha approvato le informazioni finanziarie al 30 settembre 2022 del Gruppo.

L’utile netto di Generali nei primi nove mesi dell’anno si è confermato sugli stessi risultato dello scorso anno a 2.233 milioni (-0,8%). Senza gli impatti degli investimenti russi, l’utile netto risulterebbe aumentato a 2.374 milioni (+5,5%).

Il risultato operativo è invece in ulteriore crescita a 4,8 miliardi (+7,8%), grazie allo sviluppo positivo dei segmenti Vita e Danni. I premi lordi sono in lieve aumento a 59,8 miliardi (+1,3%), grazie allo sviluppo del Danni (+10,3%), in particolare nel non auto mentre i premi sono in calo nel Vita (-2,9%).

Il Group Cfo di Generali, Cristiano Borean, ha commentato: “I risultati dei primi nove mesi riflettono la solidità del nostro Gruppo basata sulla nostra strategia focalizzata sulle linee di business più profittevoli e su fonti di utili diversificate. Questo ci permette di continuare a generare  valore nonostante il contesto macroeconomico. Generali sta conseguendo con successo una  crescita sostenibile e sta aumentando costantemente il proprio risultato operativo, in coerenza con l’efficace implementazione  del nostro piano strategico Lifetime Partner24: Driving Growth”.

I premi lordi del segmento Danni aumentano a 21, miliardi (+10,3%), grazie all’andamento di entrambe le linee di business.

La linea non auto continua a crescere (+12,8%), con un’ulteriore accelerazione nel terzo trimestre, in quasi tutte le principali aree di operatività del Gruppo. La linea auto aumenta del 6,1%, in particolare in Argentina (principalmente a seguito degli adeguamenti inflazionistici), Francia e ACEE, i cui andamenti più che compensano quelli osservati in Italia, Svizzera e Germania. In forte ripresa, anche grazie al contributo delle nuove partnership, la raccolta di Europ Assistance (+93,4%), che nel 2021 aveva risentito ancora degli impatti della pandemia, soprattutto nella linea viaggi.

Il Combined Ratio aumenta di 2,0 p.p., attestandosi a 93,3% (92,5% senza considerare l’Argentina). L’andamento deriva da una maggiore sinistralità (+1,7 p.p.) e da un maggiore expense ratio (+0,3 p.p.).

I premi lordi del segmento Vita ammontano a 38,6 miliardi di euro (-2,9%). Flette la linea risparmio (-8,3%), soprattutto in Italia, Francia e Germania, mentre la linea unit-linked è sostanzialmente stabile (-1,4%), principalmente a seguito del rallentamento osservato nel terzo trimestre in Italia e Francia. La linea puro rischio e malattia si conferma in crescita (+5,0%) in quasi tutte le principali aree di operatività del Gruppo.

La nuova produzione (espressa in termini di valore attuale dei premi futuri – PVNBP) si attesta a 31,9 miliardi (-12,1%), riflettendo in particolare l’incertezza del contesto macro-economico che impatta principalmente le attività in Italia, Germania e Francia. Ciò ha coinvolto soprattutto il business tradizionale di risparmio (-20,1%) e, in misura più contenuta, il business di puro rischio (-11,5%); solo marginale la flessione del business unit-linked (-2,7%

Generali conferma che proseguirà con il ribilanciamento del proprio portafoglio Vita a rafforzamento ulteriore della profittabilità e con una logica di più efficiente allocazione di capitale. Continueranno a essere chiave la semplificazione e l’innovazione, con l’introduzione di una gamma di soluzioni modulari di prodotto, disegnate sulle specifiche esigenze e nuovi bisogni del cliente, e offerte al mercato tramite i più idonei, efficienti e moderni canali distributivi. Nel Danni, l’obiettivo del Gruppo nei mercati assicurativi maturi in cui è presente è di massimizzare la crescita profittevole, soprattutto nella linea non auto, e di continuare a rafforzarsi nei mercati ad alto potenziale di crescita, ampliando la propria presenza e offerta sul territorio.

Dato l’attuale contesto di inflazione crescente e l’aumento dei costi di gestione dei sinistri, il Gruppo prevede ulteriori adeguamenti tariffari, in aggiunta a quelli già intrapresi. Nell’Asset & Wealth Management le attività di Asset Management identificate nel piano strategico del Gruppo continueranno ad essere implementate, con l’obiettivo di ampliare il catalogo prodotti, in particolare su real asset & private asset, e lo sviluppo della capacità distributiva. Con riferimento al Wealth Management, il gruppo Banca Generali si focalizzerà sugli obiettivi di sviluppo dimensionale, profittabilità e remunerazione degli azionisti definiti nel piano strategico presentato a febbraio.

Nonostante uno scenario macroeconomico in evoluzione, Generali conferma il proprio impegno a perseguire una crescita sostenibile, migliorare il profilo degli utili e guidare l’innovazione in modo da realizzare un tasso annuo composto di crescita dell’utile per azione nel periodo 2021-2024 tra il 6% e l’8%, generare flussi di cassa netti disponibili a livello della Capogruppo nel periodo 2022-2024 superiori a 8,5 miliardi e distribuire agli azionisti dividendi cumulati nel periodo 2022-2024 per un ammontare compreso tra 5,2 e 5,6 miliardi, con ratchet policy sul dividendo per azione.

Leggi anche Generali amplia l’offerta con “Scegli col cuore per chi ami”

Articoli correlati
EsteroNews

USA: utile netto a $6,7 miliardi nel 2022 per Cigna

Per l’anno in corso la compagnia prevede di aumentare di 1,2 milioni i suo assicurati nei piani…
Leggi di più
EsteroNews

USA: nel 2022 Allstate ha perso $2,8 miliardi nella rc auto

Forti aumenti tariffari, soprattutto in California , New Jersey e New York per tornare alla…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

GB: Tesla sta entrando nel mercato della Rc auto

Pronto lo sbarco in Europa dei servizi assicurativi di Tesla Tesla sembra essere pronta ad…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.