Gruppi AgentiIn EvidenzaNews

Concluse le assemblee interterritoriali del Gruppo Agenti Zurich

Entrambe le riunioni di Roma e Milano si sono concluse con l’approvazione, da parte della platea, della linea politica adottata dal Gaz

Conclusa la due giorni dedicata alle assemblee interterritoriali di Roma e Milano del Gruppo Agenti Zurich (Gaz). In entrambi gli appuntamenti, molto partecipati, gli associati hanno vivacizzato il dibattito intorno alle questioni, anche le più spinose, che il Gaz ha dovuto affrontare nell’ultimo anno.

Ripercorse nella relazione presidenziale, Enrico Ulivieri ha ricalcato tutte le tappe che hanno scandito questo 2022, in primis a partire dalla cessione di parte del portafoglio vita alla portoghese GamaLife, oramai operativa.

Il presidente ha parlato anche di Zurich bank, progetto nato dall’acquisizione da parte di Zurich della rete di consulenti finanziari ex Deutsche Bank e della futura sinergia tra le reti, oltre che del progetto HUB.

Una serie di iniziative che, riferisce una nota del Gaz, “saranno foriere di una pletora – ancora non totalmente definita – di cambiamenti e che indicano il riposizionamento della Zurich in Italia”.

Ulivieri ha quindi sottolineato l’egregio lavoro svolto dalle CT, che hanno dato una importante propulsione alla revisione dei prodotti e dei sistemi emissivi, da tempo auspicata da tutta la rete.

Circa il ricorso al TAR Lazio, promosso congiuntamente con l’Unione Agenti Axa, avverso il regolamento 51 di Ivass, sarà discusso il 10 gennaio prossimo.

Il presidente UAA, Alessandro Lazzaro, intervenuto alla giornata milanese, ne ha ricordato le motivazioni, oltre a condividere la necessità di dimostrare compattezza delle reti agenziali nei confronti delle compagnie mandanti.

Grande interesse per la presentazione del gruppo di lavoro che si occuperà di trattare con la Compagnia il “Patto per la crescita”. Trattativa che, conclude la nota del Gaz “ha come obiettivo quello di condividere un piano triennale che regolamenterà la relazione, anche di natura economica, con la rete agenziale italiana che potrà, di conseguenza, pianificare al meglio le proprie attività. Il tutto con il preciso obiettivo di accrescere il numero dei clienti gestito proprio dalle agenzie. Trattativa oltremodo sfidante non solo per i tanti capitoli che verranno trattati, ma anche per i tempi serrati previsti per perfezionarla, che dovranno portare ad una conclusione della stessa nel mese di febbraio 2023”.

Articoli correlati
EsteroNews

Australia: assicurazioni sanitarie restituiscono ai clienti circa AUS $ 2,1 miliardi

Distribuita gran parte del surplus generato per la diminuzione dei sinistri da covid-19 Gli…
Leggi di più
EsteroNews

Gb: sistema sanitario nazionale a corto di personale e sotto pressione

Oltre 13mila pazienti anziani rimangono in ospedale anche se non ne hanno bisogno perché non ci…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Catastrofi naturali: nel 2022 danni per $260 miliardi

Pubblicati i dati preliminari di Sigma-Swiss Re Le perdite subite dagli assicuratori sono…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.