EsteroNews

Usa: il veterano assicurativo Greenberg “ponte” delle relazioni con la Cina

La Cina considera Maurice Greenberg, 97 anni, un “vecchio amico della Cina”

La Cina ha fatto perno su uno dei manager assicurativi Usa più famosi, Maurice Greenberg, per migliorare le relazioni con gli Stati Uniti. Pochi giorni prima del vertice della scorsa settimana tra il presidente Usa, Joe Biden, e Xi Jinping – riferisce un articolo di MF – Pechino ha inviato una delegazione di alti consiglieri politici e dirigenti aziendali a New York per incontrare un gruppo di dirigenti Usa guidato dal manager assicurativo di lungo corso Maurice Greenberg, uno degli uomini d’affari americani di maggior successo in Cina.

La Cina considera Greenberg, 97 anni, un “vecchio amico della Cina”. Veterano della Seconda Guerra Mondiale, con decorazione al merito, e uno dei principali donatori repubblicani, Greenberg è attualmente Ceo della società di assicurazioni e investimenti C.V. Starr&Co ma soprattutto è stata la guida storica di Aig, la maggiore compagnia Usa prima che la crisi della finanza globale del 2008 la portasse al dissesto. La Aig è stata la prima compagnia occidentale ad essere autorizzata ad operare in Cina e lo stesso Greenberg conosce il cinese ed è un profondo conoscitore della cultura di quel paese. Famiglia storica di assicuratori il figlio di Maurice Greenberg, Even, è presidente e Ceo di Chubb, altra grande compagnia Usa, nonché presidente emerito dello US-ASEAN Business Council.

Xi ha approvato il viaggio, organizzato da un think tank affiliato al ministero degli Esteri cinese, subito dopo il congresso del partito comunista a ottobre che si è concluso con un rafforzamento di Xi nella leadership cinese. Il gruppo ha informato il Consiglio di Sicurezza nazionale della Casa Bianca e altre agenzie prima della riunione, hanno detto alcune fonti. Sia Pechino che Washington hanno espresso la volontà di evitare che le relazioni si deteriorino ulteriormente. Al loro vertice in Indonesia la scorsa settimana Biden e Xi si sono impegnati a riavviare la cooperazione sui cambiamenti climatici e riprendere altri contatti ad alto livello.

Tuttavia non mancano attriti con le tensioni su Taiwan e sui controlli statunitensi sulla tecnologia che restano punti dolenti. “Xi sta cercando un certo grado di stabilità per prepararsi a una maggiore concorrenza con gli Stati Uniti”, ha detto Daniel Russel, un ex funzionario dell’amministrazione Obama in Cina, ora vicepresidente dell’Asia Society Policy Institute.

Leggi anche Cina: riviste le regole per risolvere i dissesti nelle assicurazioni

Articoli correlati
EsteroNews

Canada: partnership pubblico-privato per proteggere le case dalle alluvioni annunciato dal governo

Lo schema fornirà una copertura a 1,5 milioni di proprietari di case ad alto rischio Nel biennio…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: costerà $1,6 miliardi l’attacco informatico che ha colpito UnitedHealth

Lo ha comunicato l’azienda presentando i suoi conti annuali Dopo l’annuncio le azioni sono…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Belgio: BNP Paribas acquisisce la partecipazione di Fosum

Il 9% della compagnia passerà di mano con un corrispettivo di €730 milioni L’istituto…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.