In EvidenzaNews

AmTrust Assicurazioni presenta il 5° Osservatorio sui sinistri in sala parto 

Si conferma il trend di riduzione delle denunce per sinistri in sala parto negli ospedali italiani: quasi la metà rispetto al 2016

AmTrust Assicurazioni ha presentato la quinta edizione dell’Osservatorio sui sinistri in sala parto. Dai risultati si rileva che le strutture sanitarie italiane hanno riscontrato nel 2021 una diminuzione delle denunce, riconfermando il trend emerso negli ultimi 5 anni.

Il numero degli incidenti in sala parto copre l’1,67% del totale degli eventi denunciati, 0,65 casi ogni 1000 nascite, un valore quasi dimezzato rispetto al 2016.

L’analisi è stata condotta su 1295 casi denunciati tra il 2010 e il 2021, accaduti all’interno di 175 ospedali pubblici e privati assicurati da AmTrust Assicurazioni distribuiti sul territorio nazionale.

Contrariamente a quanto emerso nelle edizioni precedenti dell’Osservatorio, le strutture del Centro Italia sono risultate nel 2021 quelle meno coinvolte, con circa 0,53 casi denunciati per singolo ospedale. Si tratta di un dato che ha seguito un miglioramento progressivo, considerando che 6 anni fa si partiva dai 2,44 casi di media per ospedale.

Nel Sud Italia si riscontrano 0,82 eventi denunciati in media per ospedale, mentre il Nord con 0,67 casi ha a sua volta un dato in miglioramento sull’anno precedente.

Le elaborazioni effettuate da AmTrust Assicurazioni indicano una significativa riduzione del tasso di rischio degli ospedali per l’area geografica del Centro Italia. Solo nell’ultimo anno, il tasso del 1,88 rilevato nel 2020 è sceso a 1,04.

Per completare il quadro di analisi, l’Osservatorio ha verificato che oltre il 56% dei casi viene denunciato entro 6 anni dalla data dell’evento, con i due picchi di denuncia tra i 4-5 anni del bambino, in corrispondenza dell’età scolare, quando eventuali conseguenze critiche della nascita vengono alla luce, e tra i 9-10 anni per i casi più delicati e complessi.

Più in generale i tempi di chiusura delle pratiche vanno gradualmente allungandosi. Oltre il 63% dei fascicoli vengono chiusi entro 3 anni dalla data di denuncia, mentre il 95% è chiuso in 7 anni.

Anche nel 2021 i policlinici universitari sono la tipologia di struttura maggiormente interessata, con circa 2,62 baby case denunciati all’anno per singolo ospedale. Seguono poi le strutture di primo livello con 0,81 casi e gli ospedali di secondo livello che si attestano su 0,36.

“L’Osservatorio Baby Case è uno strumento di analisi efficace per fotografare la situazione dei sinistri in sala parto in Italia e di supporto agli ospedali per l’adozione delle misure più adeguate volte ad aumentare i livelli di sicurezza e ridurre le incidentalità”, ha commentato Emanuele Patrini, head of internal audit di AmTrust Assicurazioni.

Leggi anche Gravidanza: 1 italiana su 2 preferisce uno specialista privato

Articoli correlati
News

Inail e Polizia di Stato firmano protocollo d’intesa per la prevenzione degli incidenti stradali

L’obiettivo è la promozione della cultura della guida sicura, attraverso iniziative comunicative…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Sono in forte aumento i furti di macchine operatrici da cantiere

I mezzi, una volta rubati, vengono per lo più smontati, per alimentare il mercato nero dei pezzi di…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Welfare Italia indica le 6 priorità di azione per il welfare italiano

A preoccupare maggiormente è la dinamica demografica negativa del Paese: nel 2021, per la prima…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.