EsteroNews

Canada: HSBC vende il suo business per $10 miliardi

L’acquirente è la Royal Bank of Canada

L’operazione avviene mentre il maggior azionista di HSBC continua a chiedere lo scorporo delle attività asiatiche

HSBC continua a spostare verso l’Asia il baricentro delle sue operazioni. La banca britannica – riferisce il South China Morning Post – venderà le sue attività in Royal Bank of Canada (RBC) per 10 miliardi di dollari. L’operazione avviene mentre l’istituto di credito è sotto pressione da parte del suo maggiore azionista, la compagnia cinese Ping An, per scorporare le sue attività asiatiche.

RBC, con sede a Toronto, acquisirà il 100% delle azioni ordinarie emesse da HSBC Canada , oltre a circa 1,1 miliardi di dollari canadesi in azioni privilegiate e 1 miliardo di dollari canadesi in debito subordinato emesso dall’azienda.

“HSBC Canada è una banca ad alte prestazioni e redditizia, con una forte leadership e persone eccezionali”, ha dichiarato il CEO di HSBC Noel Quinn: ”Abbiamo deciso di vendere a seguito di un’analisi approfondita dell’attività, che ha valutato la sua posizione di mercato relativa all’interno del mercato canadese e il suo adattamento strategico all’interno del portafoglio HSBC concludendo che la vendita dell’attività comportava un rialzo del valore materiale”.

L’attività canadese ha ottenuto buoni risultati, ma mancava di scala rispetto ad altri mercati, aveva affermato Quinn il mese scorso anticipando le ragioni della cessione.

Si prevede che la vendita genererà un guadagno ante imposte stimato di 5,7 miliardi di dollari.

Alla fine del 2021, il valore delle attività lorde di HSBC Canada era di 94,6 miliardi di dollari USA, inclusi 54,2 miliardi di dollari di i prestiti dei clienti. L’anno scorso, l’attività canadese ha generato un utile ante imposte di 768 milioni di dollari.

L’accordo arriva mentre l’istituto di credito con sede a Londra deve affrontare le pressioni del suo maggiore azionista Ping An – detiene una quota di circa l’8,3% del capitale – per lo spin-off della sua attività asiatica. HSBC genera gran parte dei suoi profitti in Asia. La compagnia cinese sostiene che una separazione del business asiatico potrebbe sbloccare un valore di mercato compreso tra 25 e 35 miliardi di dollari e liberare miliardi di capitale aggiuntivo detenuto per motivi normativi.

I dirigenti di HSBC hanno ribattuto che la banca genera gran parte della sua attività attraverso la sua rete internazionale e separare l’attività asiatica richiederebbe la creazione di una rete informatica completamente separata per l’attività scorporata con grandi spese.

La vendita delle attività in Canada è l’ultimo passo di un trend già avviato da tempo. La banca ha venduto le sue operazioni brasiliane per 5,2 miliardi di dollari nel 2016 e ha accettato di uscire dalla sua attività di vendita al dettaglio di massa negli Stati Uniti lo scorso anno, pur continuando a concentrarsi sul servizio di clienti facoltosi e società internazionali in America.

HSBC è entrata per la prima volta in Canada nel 1981 e ha circa 130 filiali e 4.200 dipendenti in tutto il paese. Era il quinto mercato più grande della banca a livello globale in termini di conti dei clienti alla fine dello scorso anno.

Leggi anche Ping An da lezioni di capitalismo a HSBC

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Cina: il gigante dell’auto BYD acquisisce compagnia auto

Dopo Tesla un altro produttore automobilistico decide di dotarsi di una compagnia captive Yi’an…
Leggi di più
EsteroNews

Cina: insurtech Cheche group si quota al Nasdaq

Post fusione con la spac Prime Impact la compagnia avrà un valore di $ 841 milioni Cheche…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: proposta di legge in California per assicurazione obbligatoria sulle armi

Se approvata sarebbe la prima legge di questo tipo ad essere varata in uno stato…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.