In EvidenzaNews

Preconsuntivo Reale Group: raccolta premi 2022 in crescita a 5,3 mld di euro

Utile consolidato, calcolato secondo i princìpi contabili internazionali, a 72,6 milioni di euro e solvency ratio al 232%

Per il 2023 sono stati deliberati 9,8 milioni di euro a favore di imprese e soci/assicurati

Sono stati resi noti i risultati di bilancio preconsuntivo 2022 di Reale Group e di Reale Mutua, esaminati dal cda. I risultati confermano i punti di forza di Reale Group: solidità e resilienza da parte di tutte le società che lo compongono e indici di solvibilità tra i più elevati del mercato italiano ed europeo, nonostante l’applicazione della formula standard nel comparto vita. La raccolta premi complessiva del Gruppo si attesta a circa 5,3 miliardi di euro, registrando una crescita pari al + 2,2% rispetto al 2021, a cui contribuiscono un positivo apporto della gestione Danni, nella misura del + 3,0%, e la previsione di una sostanziale stabilità della gestione Vita, con un + 0,4%.

Il combined ratio operativo Danni previsto per la chiusura dell’esercizio in corso, si attesta al 101,0%, rispetto al 100,4% del 2021 (+ 0,6 p.p.); influenzato dal peggioramento dell’S/P di esercizio, in particolare auto, riscontrato in tutte le società del Gruppo e in generale sul mercato, sia italiano che spagnolo.

L’utile consolidato, calcolato secondo i princìpi contabili internazionali, è previsto pari a 72,6 milioni di euro. Le proiezioni per fine esercizio del patrimonio netto e dell’indice di solvibilità (calcolato con il modello interno parziale), si confermano positive, attestandosi rispettivamente a 2.317 milioni di euro e al 232%.

“In un contesto di enorme incertezza e complessità economica che impatta significativamente sulle persone, Reale Group opera costantemente con l’obiettivo di generare valore” ha commentato Luigi Lana, presidente di Reale Mutua. “Siamo una Mutua e una Società benefit e la sostenibilità è da sempre nel nostro DNA, la integriamo nei nostri processi, negli obiettivi di business e nella loro misurazione, nella scelta degli investimenti, nei contenuti di prodotti e servizi proposti ai clienti. Ecco perché da quasi 195 anni ci prendiamo cura dei nostri Soci Assicurati e ci impegniamo per fornire loro un supporto concreto”.

Il 2022 è stato caratterizzato dalla concomitanza di vari fattori negativi di contesto, di intensità raramente vista in precedenza. La spinta inflazionistica, la crisi energetica, i fenomeni bellici, l’impennata dei tassi e il rallentamento della crescita economica, hanno significativamente impattato sui margini reddituali globali e sulla raccolta premi del comparto vita. A questi fattori si aggiunge l’incidenza dei sinistri di origine climatica, la cui gravità non è più straordinaria, ma ormai purtroppo ha assunto carattere di ordinarietà, confermando l’urgenza, non solo a livello assicurativo, di far fronte al fenomeno del climate change.

“Nonostante uno scenario di forte severità economica, finanziaria e tecnica, i risultati di preconsuntivo 2022 di Reale Group sono in linea con le previsioni di budget e prevedono una crescita della raccolta premi, in particolare nel settore danni”, ha commentato Luca Filippone, direttore generale di Reale Mutua. “Il Gruppo, grazie allo straordinario impegno di tutte le sue Persone in Italia, Spagna e Cile, conferma una solidità tra le più alte del mercato e la capacità di esprimere la propria natura mutualistica, nei confronti di tutti i propri stakeholders”.

Per quanto riguarda la capogruppo Reale Mutua, il risultato di esercizio, determinato secondo i principi contabili internazionali, è previsto in utile per 82,7 milioni di euro; di contro con una perdita di 5,8 milioni di euro, secondo i principi local, principalmente a causa dell’andamento della gestione Vita. Nonostante il portafoglio benefici dell’applicazione del decreto anticrisi, il risultato è infatti impattato negativamente dalle rettifiche di valore derivanti dalla valutazione dei titoli obbligazionari oggetto di trasferimento dal comparto non durevole a quello durevole prima dell’emanazione del Regolamento Ivass n. 52.

Dato il perdurare di un contesto economico difficile, con l’obiettivo di fornire un tangibile supporto alle famiglie e alle imprese assicurate, l’assemblea dei delegati ha deliberato per il prossimo esercizio il riconoscimento di contributi a favore dei propri soci/assicurati per circa 8,5 milioni di euro, dei quali 6,3 milioni di euro per polizze dei rami Danni e 2,2 milioni di euro per prodotti dei rami Vita. In continuità con quanto effettuato negli anni precedenti e in linea con lo spirito mutualistico del Gruppo, nel prossimo esercizio anche Italiana Assicurazioni e Reale Seguros Generales destineranno complessivamente 1,3 milioni di euro in provvedimenti a favore dei propri Assicurati.

Foto in copertina: Luigi Lana, presidente di Reale Mutua

Leggi anche Reale Group sceglie la piattaforma Fabrick

Articoli correlati
EsteroNews

Usa: maggiore propensione al rischio e ad asset private da parte delle compagnie

La grande maggioranza dei manager intervistati da Conning prevede di allocare più del 10% del…
Leggi di più
EsteroNews

Argentina: il blocco all’accesso della valuta estera può compromettere il ricorso alla riassicurazione per le compagnie locali

Gli assicuratori del paese rischiano addirittura l’insolvenza se dovesse permanere il…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

GB: prezzi dell’rc auto all’insù dell’8% nell’ultimo trimestre 2022

Secondo ABI (Association of British Insurers), l’associazione degli assicuratori britannici il…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.