EsteroNews

Hong Kong si candida come centro assicurativo di collegamento tra la Cina e le grandi capitali finanziarie mondiali

La città, dove hanno già sede 12 dei primi 20 gruppi assicurativi mondiali, intende battere la concorrenza di Singapore come hub assicurativo regionale

Il miliardario Clavin Lo, attivo delle assicurazioni vita, ha intanto annunciato l’intenzione di creare una nuova squadra di formula 1 e di ingaggiare come pilota Mich Schumacher

Se Hong Kong vuole rafforzare il suo status di centro finanziario globale, deve promuovere il suo ruolo di hub assicurativo di collegamento tra la Cina e gli altri centri finanziari mondiali. È il percorso – scrive South China Morning Post – indicato dal capo dell’esecutivo di Hong Kong, John Lee Ka-chiu al recente Asian Insurance Forum. Lee ha preannunciato incentivi fiscali e riforme normative per battere la concorrenza di Singapore, l’unico rivale della città come centro assicurativo regionale. Dodici delle prime 20 compagnie assicurative mondiali hanno già sede in Hong Kong città in cui, nel complesso, operano 164 compagnie, rispetto alle 124 di Singapore. Quest’ultima città, tuttavia, prevale, negli assicuratori captive, le compagnie create dalle imprese per coprire i propri rischi. Includendo gli assicuratori captive Singapore ha 206 assicuratori, più di quelli di Hong Kong. È questa, in particolare, la distanza che deve essere coperta perchè riguarda direttamente l’efficienza delle reti di approvvigionamento mondiale che la pandemia e la guerra Russia-Ucraina hanno messo a repentaglio. E che, invece, possono essere rafforzare ricorrendo appunto agli strumenti di protezione assicurativa.

Un esempio di come gli assicuratori di Hong Kong si stanno mettendo in evidenza anche in attività non direttamente attinenti all’industria delle polizze, riguarda Clavin Lo che ha accumulato una fortuna di 1,4 miliardi di sterline gestendo assicurazioni sulla vita per una clientela di alto livello. Ebbene Lo – scrive express.co.uk – ha annunciato l’intenzione di fare il suo ingresso nella Formula 1 nel 2026 quando entreranno in vigore i nuovi regolamenti del circuito automobilistico mondiale. Lo è un grande fan dell’eroe della Ferrari Michael Schumacher e vorrebbe ingaggiare il figlio Mick nella sua squadra. “Sono cresciuto – ha spiegato – guardando Michael Schumacher e il motivo per cui è letteralmente il mio idolo non è il successo che ha ottenuto in pista, ma il modo in cui pensava e reagiva velocemente in ogni gara. Tutto questo mi ha plasmato e sono certo che anche Mick si è plasmato così, crescendo guardando suo padre”.

Leggi anche Cina: il ritorno dei turisti ad Hong Kong

Articoli correlati
EsteroNews

Sud Corea: primi tre mesi in calo di utili per gli assicuratori

Secondo l’autorità di regolamentazione finanziaria, il calo dei profitti è da attribuire al…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: amministrazione Biden estende alle cure dentarie l’assicurazione pubblica

Il deficit nella copertura è immenso: lo scorso anno quasi 69 milioni di adulti statunitensi non…
Leggi di più
News

Al Festival dell'Economia di Trento le assicurazioni cinesi dialogano sul loro allineamento agli standard internazionali

Wei Chen, direttore amministrativo di Pacific Insurance ha detto: “Ci stiamo allineando alle…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.