EsteroIn EvidenzaNews

Usa: governo Usa cerca di negare polizza vita a madre del protagonista della strage di San Bernardino

L’importo della polizza, del valore di $275mila, sarà sequestrato se verrà provato il carattere terroristico della sparatoria

Sette anni dopo la sparatoria di massa di San Bernardino, qualificata dal governo Usa come atto terroristico e che è costata la vita a 14 persone, un ultimo caso giudiziario rimane irrisolto. Il governo degli Stati Uniti – riferisce Riverside Press-Enterprise – sta ancora cercando di sequestrare i 275.000 dollari che l’attentatore Syed Rizwan Farook ha lasciato a sua madre, Rafia Farook, principale beneficiaria della sua polizza di assicurazione sulla vita. Il governo ha sostenuto che il denaro è il frutto di un crimine e quindi non può essere riscosso dalla parente. Non sono ancora state fissate altre udienze per il caso dell’assicurazione sulla vita, che si svolge presso la corte federale di Riverside. “Stiamo ancora perseguendo la confisca e attendiamo che il tribunale fissi eventuali udienze future”, ha dichiarato Thomas Mrozek, portavoce del Dipartimento di Giustizia. “I benefici della polizza sono beni derivanti da un crimine federale di terrorismo – si legge in un documento governativo – In particolare, nel compiere l’attacco di San Bernardino, Farook intendeva influenzare la condotta del governo o agire per ritorsione contro la condotta del governo”. Del tutto opposta l’interpretazione dell’atto di sangue ricostruita dalla madre del protagonista Rafia Farook. “I richiedenti negano le accuse che i benefici della polizza derivino da un crimine federale di terrorismo e che siano soggetti a confisca”.

La Minnesota Life Insurance ha pagato la richiesta di risarcimento, ma il tribunale sta trattenendo il denaro fino a quando il caso non sarà deciso.

Rafia Farook è stata condannata agli arresti domiciliari nel 2021 dopo essersi dichiarata colpevole di aver distrutto il piano d’attacco scritto a mano dal figlio. Continua comunque a negare di essere stata a conoscenza dell’attacco in anticipo.

Nel 2015 Syed Rizwan Farook, americano di origine pakistana assieme alla moglie Tashfeen Malik, prese d’assalto un centro per disabili di San Bernardino, in California, uccidendo 14 persone e ferendone 17. I due assassini si mossero da veri specialisti, con abbigliamento e armamentario militare, colpendo mentre era in corso una festa di Natale prima di essere abbattuti dalla polizia mentre cercavano di fuggire. La pista terroristica non venne mai rivendicata dai due aggressori ma non venne esclusa nelle indagini della polizia. Ora l’ultima parola spetta al tribunale, a causa della polizza sulla vita.

Leggi anche Usa: protezioni assicurative contro le sparatorie di massa

Articoli correlati
EsteroNews

Cina: assicurazioni e banche puntano sul calcolo quantistico per combattere le frodi

I ricercatori hanno sviluppato un modello di rilevamento delle frodi basato sulla tecnologia della…
Leggi di più
EsteroNews

USA: dipartimento della Salute si propone di rimuovere l’obiezione morale all’aborto nei piani sanitari dei datori di lavoro

Il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani (HHS) Usa ha annunciato che sta valutando di…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Trend: sempre più asset private nell’industria assicurativa mondiale

Nell’ultimo anno secondo il WSJ i campioni del private equity hanno preso in gestione circa 80…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.