EsteroIn EvidenzaNews

Usa: parlamento della Florida approva legge per rianimare il mercato assicurativo danni

Gli uragani hanno messo in ginocchio le compagnie. Già sei operatori sono falliti dall’inizio dell’anno

La nuova legge si propone innanzitutto di ridurre i contenziosi legali favorendo il ricorso agli arbitrati

Un fondo pubblico di $1 miliardo sosterrà la riassicurazione delle abitazioni

Il Parlamento della Florida ha approvato modifiche radicali alle leggi statali sull’assicurazione delle abitazioni che si propongono innanzitutto di rianimare il mercato assicurativo in crisi per gli uragani. Soltanto dall’inizio dell’anno sei compagnie sono fallite a causa dei risarcimenti dovuti in seguito ai danni causati dagli uragani. La nuova legge – scrive il Miami Herald – ridurrà i contenziosi assicurativi e sosterrà la riassicurazione delle polizze catastrofali con un fondo pubblico di $1 miliardo. Una cosa che non farà – sottolinea il giornale – è abbassare le tariffe per i cittadini della Florida, che pagano i premi assicurativi per i proprietari di case più alti della nazione. E chi ha una polizza Citizens Property Insurance, sostenuta dallo Stato, finirà probabilmente per pagare più di quanto paga oggi.

La nuova normativa, proposta dai repubblicani che controllano il parlamento della Florida, è stata approvata a tempo di record in appena 48 ore.

La soluzione dei repubblicani – scrive il Miami Herald – è in gran parte un regalo al settore assicurativo, che da anni si lamenta di essere citato in giudizio troppo spesso. Lo Stato ha un numero sproporzionato di cause rispetto al numero di sinistri. Nel 2019, lo Stato ha accumulato il 16% delle richieste di risarcimento dei proprietari di casa presentate a livello nazionale ma ben il 76% dei risarcimenti finiti in contenzioso. Il motivo della maggiore litigiosità è stato attributo dai repubblicani all’iperattività degli studi legali mentre i democratici hanno piuttosto chiamato in causa le tattiche messe in atto dagli assicuratori per evitare o ritardare i risarcimenti.

Con la nuova regolamentazione verranno eliminati gran parte i requisiti che impongono agli assicuratori i di pagare le parcelle degli assicurati che vincono le cause sui sinistri. Porrebbe fine alla pratica della “cessione dei benefici”, in cui gli assicurati cedono i loro benefici agli studi legali che rappresentano le loro richieste agli assicuratori. Inoltre verrebbe permesso alle compagnie di offrire polizze che richiedono all’assicurato di impegnarsi in un arbitrato vincolante obbligatorio al posto di una causa. Quelle polizze dovrebbero essere più economiche di quelle prive di arbitrato.

Nel disegnare il quadro disastroso del settore le compagnie assicurative hanno anche citato l’alto costo della riassicurazione. In risposta, i legislatori hanno creato un programma da 1 miliardo di dollari finanziato dai contribuenti per offrire la riassicurazione. La legislazione non garantisce che le compagnie abbassino le tariffe dei proprietari di casa e i repubblicani non hanno presentato analisi che dimostrino che il risultato sarebbe stato una riduzione delle tariffe. In ogni caso il presidente della Camera, il repubblicano Paul Renner, ha dichiarato che il mercato assicurativo è talmente in crisi che la priorità è evitare che le compagnie falliscano.

Leggi anche Florida: gli assicuratori preoccupati più dagli avvocati che dagli uragani

Articoli correlati
EsteroNews

Cina: assicurazioni e banche puntano sul calcolo quantistico per combattere le frodi

I ricercatori hanno sviluppato un modello di rilevamento delle frodi basato sulla tecnologia della…
Leggi di più
EsteroNews

USA: dipartimento della Salute si propone di rimuovere l’obiezione morale all’aborto nei piani sanitari dei datori di lavoro

Il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani (HHS) Usa ha annunciato che sta valutando di…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Trend: sempre più asset private nell’industria assicurativa mondiale

Nell’ultimo anno secondo il WSJ i campioni del private equity hanno preso in gestione circa 80…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.