In EvidenzaIVASSNews

Sale a 3,5 mld (+5,8%) la raccolta premi Responsabilità Civile nel 2021

Secondo il Bollettino Statistico dell’Ivass, la raccolta premi della Rc Sanitaria ammonta a 646 milioni di euro

Logo Ivass

L’Ivass ha pubblicato il Bollettino Statistico dedicato alla responsabilità civile generale con un’analisi sulla Rc Sanitaria in riferimento al 2021.

Per quanto riguarda la Responsabilità Civile Generale, nel 2021 la raccolta premi ha raggiunto quota 3,5 miliardi di euro, pari al 10,2% della raccolta totale Danni. In termini generali, i premi registrano un incremento del 5,8% rispetto al 2020 e del 19,6% rispetto al 2016.

Il costo medio dei sinistri è di 6.918 euro, in deciso aumento (+23%) rispetto al 2019.

Il forte aumento dell’onere per sinistri si è tradotto in una riduzione del saldo tecnico del 36,2%, mentre il risultato del conto tecnico complessivo (788 milioni) ha registrato nell’anno un calo più contenuto (-7,4%), anche grazie al buon andamento delle politiche di riassicurazione.

Quanto alla Responsabilità Civile Sanitaria, la raccolta premi ammonta a 646 milioni di euro: per le imprese vigilate i premi sono 520 milioni di euro, pari al 15% della raccolta complessiva del ramo Rc Generale.

I premi raccolti risultano in crescita del 6,8% rispetto al 2020.

Nella gestione dei rischi le strutture pubbliche ricorrono a soluzioni alternative alla stipula di polizze Rc Sanitaria. Gli accantonamenti effettuati attraverso auto-ritenzione sono circa il doppio dei premi raccolti dalle compagnie in tale settore.

In rapporto al numero dei sinistri denunciati nel 2021, solo il 7,7% è stato liquidato entro l’anno. Il costo medio per impresa dei sinistri accaduti da più di 3 anni è compreso tra i 53 e 66 mila euro. I sinistri riferibili al Covid-19 costituiscono il 5,5% delle denunce dell’anno.

Il rapporto sinistri a premi per le strutture pubbliche presenta valori compresi tra il 97% e il 143%, mentre è sempre inferiore al 100% per le coperture del personale sanitario.

Le compagnie indicano l’incertezza nella quantificazione del rischio, l’insufficiente profittabilità e la crescita eccessiva dei risarcimenti tra le cause principali dello scarso sviluppo del settore, che si caratterizza anche per una elevata concentrazione (il 79% della raccolta Rc Sanitaria fa capo alle prime 5 imprese del mercato). La situazione attuale e prospettica è influenzata dalla giurisprudenza in costante evoluzione e dai ridotti margini reddituali, che incidono negativamente sullo sviluppo del mercato e sulle attese delle imprese già attive.

Leggi anche Ivass: premio medio rc-auto in calo dell’1,5% a 362 euro

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: la “shadow industry” dei BPM sta facendo lievitare i costi della sanità

Un’inchiesta del NYT rivela che i gestori dei benefici farmaceutici invece di ridurre i costi per…
Leggi di più
EsteroNews

GB: Prudential avvia buyback da $2 miliardi

Il Ceo Anil Wadhwani: “Continueremo a dare priorità agli investimenti in nuove attività…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Clima: necessaria copertura aggiuntiva per oltre metà dei $19mila mld già impegnati per la transizione energetica

Secondo uno studio di Howden-BCG premi assicurativi per protezione nat cat raggiungeranno i 200-250…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.