In EvidenzaNews

Oltre 815.000 gli automobilisti che hanno dichiarato un sinistro con colpa nel 2022

Secondo Facile.it il premio medio Rc Auto registrato a dicembre era di poco superiore ai 458 euro (+7,23% su base annua)

Sono oltre 815.000 gli automobilisti che, secondo l’osservatorio Facile.it, hanno dichiarato un sinistro con colpa nel corso del 2022 e, pertanto, dovranno fare i conti con un peggioramento della propria classe di merito e, di conseguenza, con l’aumento del premio Rc Auto.

Secondo l’analisi del comparatore – realizzata su un campione di oltre 720mila preventivi raccolti a dicembre 2022 – il numero di automobilisti colpiti dai rincari è in crescita del 2% rispetto allo scorso anno.

Notizie negative anche per gli automobilisti virtuosi dal momento che, negli ultimi 12 mesi, le tariffe delle polizze auto sono tornate a crescere. In base ai dati raccolti, Facile.it sostiene che nello scorso dicembre 2022 il premio medio Rc Auto registrato in Italia fosse di poco superiore ai 458 euro, vale a dire ben il 7,23% in più rispetto a un anno prima.

Andrea Ghizzoni, managing director insurance di Facile.it, spiega che a incidere sulla tendenza al rialzo “sono diversi fattori. Da un lato l’aumento degli incidenti stradali, dall’altro l’inflazione che sta avendo ricadute anche sul costo dei sinistri. In un contesto di rincari, quindi, confrontare le offerte presenti sul mercato potrebbe essere una soluzione per risparmiare e contrastare eventuali aumenti futuri”.

Se a livello nazionale la percentuale di automobilisti che hanno dichiarato un sinistro con colpa è pari al 2,51%, guardando al campione su base regionale emergono differenze significative.

Analizzando la graduatoria al primo posto c’è ancora una volta la Liguria; nella regione il 3,32% dei guidatori vedrà aumentare il costo dell’Rc Auto. Seguono gli automobilisti di Lazio (3,05) e Piemonte (3,02%). Le percentuali più basse, di contro, sono state rilevate in Calabria (1,52%), Basilicata (1,87%) e Molise (2,02%).

Analizzando il profilo degli automobilisti che vedranno scattare gli aumenti emergono dati interessanti.

Il primo è legato al sesso: fra gli uomini la percentuale di chi ha dichiarato un sinistro con colpa è pari al 2,32%, valore più basso rispetto a quella rilevato tra le donne (2,84%).

Guardando alle fasce anagrafiche, invece, emerge che in assoluto hanno denunciato il minor numero di incidenti con colpa sono risultati essere gli automobilisti nella fascia 19-21 anni; tra di loro la percentuale di chi vedrà peggiorare la propria classe di merito a causa di un sinistro con colpa è pari appena all’1,74%; seguono i 25-34enni (2,23%). Il valore più alto, invece, si registra tra gli over 65 (3,10%).

Considerando, infine, la professione dell’assicurato emerge che gli agenti di commercio sono risultati essere la categoria che, in percentuale, ha dichiarato con più frequenza un sinistro con colpa (3,16%) che farà scattare un aumento della polizza. Seguono i pensionati (3,04%) e i liberi professionisti (2,73%).

Ecco di seguito l’andamento regionale: 

Leggi anche RC auto: l’inflazione fa salire i costi dei sinistri

Articoli correlati
In EvidenzaNewsThe Future of Insurance

Il Fear of missing out (FOMO) del brokeraggio assicurativo 

Marco Contini La FOMO, ormai fenomeno sociale è l’acronimo inglese diFear Of Missing…
Leggi di più
EsteroNews

Cina: assicurazioni e banche puntano sul calcolo quantistico per combattere le frodi

I ricercatori hanno sviluppato un modello di rilevamento delle frodi basato sulla tecnologia della…
Leggi di più
EsteroNews

USA: dipartimento della Salute si propone di rimuovere l’obiezione morale all’aborto nei piani sanitari dei datori di lavoro

Il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani (HHS) Usa ha annunciato che sta valutando di…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.