News

Dal 10 gennaio torna il bonus per auto e moto non inquinanti

630 milioni i contributi per l’acquisto di veicoli non inquinanti di categoria M1 (autoveicoli), L1e-L7e (motocicli e ciclomotori) e N1 e N2 (veicoli commerciali)

A partire dal 10 gennaio saranno nuovamente disponibili 630 milioni di contributo all’acquisto di veicoli non inquinanti di categoria M1 (autoveicoli), L1e-L7e (motocicli e ciclomotori) e N1 e N2 (veicoli commerciali). Le risorse disponibili per l’acquisto di veicoli elettrici o ibridi, previste sia dal Dpcm del 6 aprile 2022 sia dalla legge di bilancio 2021, sono ripartite in varie categorie.

  • Veicoli elettrici – Ci sono 190 milioni di euro per l’acquisto di autoveicoli nuovi di fabbrica di categoria M1 con emissioni comprese nella fascia 0-20 grammi di anidride carbonica per chilometro.
  • Veicoli ibridi pug-in. Altri 235 milioni vanno per veicoli di categoria M1 con emissioni comprese nella fascia 21-60 grammi di anidride carbonica per chilometro.
  • Veicoli a basse emissioni. Ci sono inoltre 150 milioni per veicoli di categoria M1 con emissioni comprese nella fascia 61-135 grammi di anidride carbonica per chilometro.
  • Persone giuridiche. Il 5% degli importi per le auto non inquinanti sono riservati agli acquisti fatti da persone giuridiche per attività di car sharing commerciale o noleggio.
  • Moto e ciclomotori. Per motocicli e ciclomotori di categoria da L1e a L7e (dai ‘cinquantini’ alle microcar) sono a disposizione 5 milioni per i veicoli non elettrici e 35 milioni per quelli elettrici.
  • Veicoli commerciali. Ai veicoli commerciali di categoria N1 (leggeri) e N2 (da 3,5 fino a 12 tonnellate) elettrici spettano 15 milioni.

I concessionari potranno inserire le prenotazioni sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it a partire dalle ore 10 di lunedì 10 gennaio.

Leggi anche L’auto elettrica piace ma costa troppo

Articoli correlati
EsteroNews

USA: i grandi gruppi costituiscono compagnie captive per contenere i costi delle polizze D&O

Il Delaware modifica la propria legislazione per allargare l’operatività delle assicurazioni…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Tesla: botta e risposta tra Musk e gli assicuratori sui costi delle riparazioni

Secondo gli assicuratori sono troppo alti i costi delle parti di ricambio delle Tesla I…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Europa: il rischio di greenwashing deriva soprattutto dalla complessità della normativa

Insurance Europe contraria ad un regolamento per prevenire gli effetti “di facciata” sulla…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.