EsteroNews

USA: embedded insurance a $70 miliardi entro il 2030

L’embedded insurance sta continuando a farsi strada negli Stati Uniti dove entro il 2000 dovrebbe raggiungere una raccolta premi di $70 miliardi. La previsione – scrive Contify Insurance News – è della società di gestione Conning che ha esplorato l’universo di coperture assicurative distribuite attraverso i prodotti di marchi non assicurativi. La embedded insurance appunto. Il report (“The Promise and Perils of Embedded Insurance”) conclude osservando che i vantaggi di questo approccio alla distribuzione assicurativa sono stati talvolta esagerati, ma il suo impatto potrebbe comunque essere significativo.

Ed ecco le principali assunzioni dello studio:

* Il mercato delle assicurazioni auto, che vale 179 miliardi di dollari, potrebbe essere sconvolto se tutti i produttori automobilistici dovessero portare l’assicurazione all’interno del loro business, come ha fatto Tesla

* È questo scenario che Conning ritiene potenzialmente in grado di supportare un mercato da 70 miliardi di dollari entro il 2030.

* Questa sarebbe ancora una fetta notevole del mercato totale delle linee personali negli Stati Uniti, che valeva 362 miliardi di dollari nel 2021.

L’assicurazione “embedded” è stata ampiamente salutata come una tendenza innovativa nella distribuzione assicurativa rendendo l’assicurazione molto più facile da capire e acquistare riducendo al contempo le lacune di copertura che attualmente lasciano i consumatori e le piccole imprese sottoassicurati di fronte a molti rischi. Il rapporto rileva che investimenti multimiliardari in società tecnologiche alla ricerca di soluzioni assicurative integrate devono ancora tradursi in un importante spostamento del business verso l’embedded insurance, con la parziale eccezione dei prodotti di tipo a garanzia estesa e di alcune assicurazioni di viaggio. Ma c’è un grande potenziale di crescita nel mercato delle linee personali e per la copertura assicurativa standardizzata per le piccole imprese.

Conning esplora due scenari principali per la crescita futura del mercato delle assicurazioni embedded. Nel primo e più probabile scenario, gli assicuratori e i loro partner non assicurativi continuerebbero a concentrarsi su un modello tradizionale continuando a massimizzazione gli acquisti delle polizze assicurative. È questo scenario che Conning ritiene potenzialmente in grado di supportare un mercato da 70 miliardi di dollari entro il 2030. Questa sarebbe ancora una fetta notevole del mercato totale delle linee personali negli Stati Uniti, che valeva 362 miliardi di dollari nel 2021.

Nel secondo scenario, che Conning considera meno probabile, uno o più marchi non assicurativi sfrutterebbero i risparmi sulle spese possibili attraverso la distribuzione integrata per far crescere il mercato assicurativo attraverso un’aggressiva concorrenza sui prezzi. In caso di successo, l’impatto dirompente potrebbe essere di gran lunga maggiore, presentando grandi sfide per gli assicuratori che impiegano approcci di distribuzione più tradizionali.

Leggi anche Embedded insurance le polizze diventano un sottoprodotto

Articoli correlati
EsteroNews

Cina: assicurazioni e banche puntano sul calcolo quantistico per combattere le frodi

I ricercatori hanno sviluppato un modello di rilevamento delle frodi basato sulla tecnologia della…
Leggi di più
EsteroNews

USA: dipartimento della Salute si propone di rimuovere l’obiezione morale all’aborto nei piani sanitari dei datori di lavoro

Il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani (HHS) Usa ha annunciato che sta valutando di…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Trend: sempre più asset private nell’industria assicurativa mondiale

Nell’ultimo anno secondo il WSJ i campioni del private equity hanno preso in gestione circa 80…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.