News

L’emergenza climatica favorisce la crescita delle polizze agricole (+6%) nel 2022

I valori assicurati attraverso le polizze agricole agevolate contro i rischi atmosferici nel comparto delle colture vegetali hanno raggiunto quota 7 miliardi

Spinti dall’emergenza climatica cresce il numero di agricoltori italiani che ricorrono alle polizze agevolate per danni da avversità atmosferiche alle produzioni vegetali. I dati 2022 e le attese sulla campagna 2023, spiega Il Sole 24 Ore, indicano una crescita dei valori assicurati e dei premi pagati.

A rafforzare questo trend ci sarà quest’anno il nuovo fondo mutualistico introdotto dalla riforma della Politica agricola comune (Pac) 2023-27, che ha raddoppiato i fondi destinati alla gestione del rischio a 3 miliardi di euro.

Secondo le prime stime elaborate da Ismea sulla base dei dati provvisori trasmessi dalle compagnie assicurative, nella campagna 2022 appena conclusa, i valori assicurati attraverso le polizze agricole agevolate contro i rischi atmosferici nel comparto delle colture vegetali hanno raggiunto quota 7 miliardi, in crescita del 6% su base annua. A questa cifra si aggiungono 1,1 miliardi delle polizze zootecniche e 1,2 miliardi di quelle sulle strutture aziendali (come serre e reti antigrandine) che portano il totale dei valori assicurati lo scorso anno a 9,3 miliardi, il 5% in più rispetto al 2021. Nettamente più sostenuta (+14%) la crescita dei premi pagati dagli agricoltori, ammontati lo scorso anno a poco meno di 700 milioni di euro per il solo comparto delle colture vegetali, come conseguenza dell’ulteriore incremento, pari a circa il 7%, del costo medio delle polizze.

Nella classifica dei settori per valori assicurati, il 2022 ha confermato il primato delle uve da vino, seguite da mais, mele, riso e pomodori da industria. A livello territoriale, oltre metà del mercato assicurativo resta concentrato in tre regioni: nell’ordine Veneto, Emilia Romagna e Lombardia. La prima regione del Sud è la Puglia, al sesto posto, preceduta anche da Trentino Alto Adige e Piemonte.

Le attese di un’ulteriore crescita del mercato nel 2023 poggiano, oltre che sull’aumentata sensibilità dei produttori alla crisi climatica e ai suoi effetti sull’industria a cielo aperto dell’agricoltura, soprattutto sui nuovi incentivi per il ricorso alle polizze garantiti dalla riforma Pac.

a cura di Vincenzo Giudice

Leggi anche Agricoltura e rischi catastrofali: coperture assicurative obbligatorie

Articoli correlati
EsteroNews

Australia: le tempeste estive 2023-2024 hanno generato perdite assicurate per oltre 1,6 miliardi di dollari australiani

L’estate 2023-24 ha visto una serie di eventi meteorologici estremi lungo la costa orientale…
Leggi di più
EsteroNews

Marsh: le estorsioni informatiche hanno raggiunto livelli record in Usa e Canada nel 2023

La percentuale di clienti che nel 2023  ha segnalato almeno un evento informatico è variata tra il…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: la spesa sanitaria è arrivata a $4800 miliardi nel 2024

Rispetto al Pil la quota degli oneri per la salute è giunta al 17,3% nel 2022 e dovrebbe giungere…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.