News

Una governance preparata e reattiva migliora le performance di un’azienda anche nei periodi complessi

Governance meritocratica delle società private in Italia. Un osservatorio di Deloitte sulle prassi adottate dai board

Logo Deloitte

Le nuove minacce e le nuove sfide per le PMI italiane e i loro imprenditori ci dimostrano l’importanza di implementare nelle imprese Private modelli di governance flessibili, in grado di adattarsi rapidamente rispetto ai fenomeni disruptive di mercato e al contesto macroeconomico e geopolitico. Soprattutto in un’epoca caratterizzata dalla pandemia e dallo scoppio della guerra con il rallentamento della supply chain, l’incremento del costo delle materie prime, della logistica e dell’energia, nonché la centralità dello sviluppo sostenibile e inclusivo nelle agende dei Governi, anche tramite il supporto dell’imprenditoria civicamente consapevole del ruolo d’impatto sociale nell’azione quotidiana”. Lo hanno dichiarato Sofia Mazzadi e Silvia Stefini, rispettivamente senior manager del team Human Capital di Deloitte Consulting e consigliera indipendente del Forum della Meritocrazia – nel corso della presentazione del libro di Silvia Stefini “La governance meritocratica. Storie di talento e d’impresa sostenibile”, in cui si è discusso dell’evoluzione dei modelli di governance in Italia e delle sfide che i cda devono affrontare per prepararsi al futuro in termini di evoluzione del ruolo e delle competenze, per supportare un processo decisionale tempestivo in contesti complessi e mutevoli come quello attuale.

“La buona governance è motivata dal bisogno di crescere, di essere competitivi e innovativi, piuttosto che da compliance e norme”, ha sottolineato Stefini. “Il filo conduttore è sintetizzato in cinque principi di governance meritocratica, che coinvolgono la struttura proprietaria, l’organo amministrativo, il management, la cultura e i processi aziendali. I principi stanno alla base di un metodo che promuove la sostenibilità nel lungo termine. La meritocrazia, così come la governance, richiede metodo da non confondersi con burocrazia”.

Secondo Mezzadi “Le imprese italiane continuano a reggere l’urto delle nuove sfide e minacce adattando le strategie e gli assetti organizzativi a questi fenomeni, dimostrando resilienza e capacità di adattamento, anche grazie a una governance in grado di ripensare i modelli di business a seconda delle necessità e alla luce della crescente sensibilità nei confronti del tema della sostenibilità. In quest’ottica, diventa sempre più importante per le imprese avere dei consigli di amministrazione composti da membri preparati e competenti perché la capacità di performare in modo vincente è strettamente legata alla governance efficace che dipende dalla competenza e dal merito degli amministratori”.

Dal libro presentato presso la sede di Deloitte a Milano emerge come il numero dei componenti del cda debba essere adeguato alle dimensioni e alla complessità organizzativa ed operativa della società, nel mantenimento dell’equilibrio tra l’efficacia della dialettica e l’efficienza dei processi deliberativi. Inoltre, i nuovi paradigmi creano la necessità di una trasformazione dell’agenda dei cda, in cui aspetti come la valutazione dei rischi, la relazione con gli stakeholder esterni, la digitalizzazione e la trasformazione tecnologica, la sostenibilità, l’inclusione e la diffusione di una cultura meritocratica attraverso sani meccanismi retributivi stanno diventando sempre più pervasivi. In conclusione, per attivare modelli di governance che consentano alle organizzazioni di affrontare il futuro in un contesto così dinamico e fluido, si può attingere all’esperienza e alle best practicedel periodo pandemico, adeguando tali soluzioni al nuovo contesto.

Leggi anche Corporate Governance e rischi operativi

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: la “shadow industry” dei BPM sta facendo lievitare i costi della sanità

Un’inchiesta del NYT rivela che i gestori dei benefici farmaceutici invece di ridurre i costi per…
Leggi di più
EsteroNews

GB: Prudential avvia buyback da $2 miliardi

Il Ceo Anil Wadhwani: “Continueremo a dare priorità agli investimenti in nuove attività…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Clima: necessaria copertura aggiuntiva per oltre metà dei $19mila mld già impegnati per la transizione energetica

Secondo uno studio di Howden-BCG premi assicurativi per protezione nat cat raggiungeranno i 200-250…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.