News

Le vendite di auto in crescita del 28,8% a marzo nei paesi UE

In aumento le auto ibride ed elettriche

Il mercato auto nei Paesi UE si è rimesso a correre. Nel mese di marzo le immatricolazioni sono aumentate del 28,8%, superando il milione di unità (1.087.939).

Tutti i maggiori mercati, spiega Acea, l’associazione dei costruttori europei, hanno registrato una crescita in doppia cifra con Spagna (66,1%) e Italia (40,7%) in testa.

Nel primo trimestre dell’anno, i dati indicano un incremento delle vendite del 17,9% rispetto all’anno precedente, con quasi 2,7 milioni di auto vendute, trainata da Spagna (+44,5%), Italia (+26,2%), Francia (+15,2%) e Germania (+6,5%).

Fra le alimentazioni, marzo ha visto aumenti significativi della quota di mercato delle auto ibride al 24,3% e delle auto elettriche al 13,9%. Nonostante il passaggio a modelli più sostenibili, le auto a benzina continuano a mantenere la quota di mercato maggiore al 37,5%.

Nel dettaglio a marzo le auto ibride (Hev) segnano un incremento del 38,1% a 264.694 unità, pari a una quota di mercato del 24,3% (+1,6 pp), trainate dalla vendite in Spagna (+75,3%) e Italia (+47,8%).

Le vendite di auto elettriche (Bev) sono aumentate del +58% a 151.573 unità, pari a una quota di mercato del 13,9% (+2,5 pp), grazie a una crescita a doppia o tripla cifra nella maggior parte dei mercati principali, guidata dai Paesi Bassi (+132,6%). Nel trimestre l’aumento è stato del 43,2% a 320.987 unità. Dopo il calo dei primi due mesi del 2023, a marzo il mercato dei veicoli ibridi plug-in (Phev) ha registrato una crescita del +4,3%, ma la quota di mercato è in calo al 7,2% (-1,6 pp).

Nonostante i numeri in crescita l’Italia conserva l’ultimo posto per immatricolazioni in valore assoluto di auto “con la spina” (ECV) nel mese di marzo, nonostante un leggero aumento della quota a 9,1% sul totale e l’Italia è ultima anche nella classifica per quota di mercato delle auto elettriche e ibride plug-in del trimestre.

In crescita le immatricolazioni di auto a benzina del +29,9% pari una quota di mercato del 37,5%. Nel primo trimestre sono state vendute quasi 1 milione di auto a benzina (+18,6%). Anche il mercato delle auto diesel dell’Ue ha registrato una crescita dell’11,8% a marzo pari a una quota di mercato del 14,5% (-1,1 pp), sostenuto principalmente da tre dei maggiori mercati: Italia (+38,2%), Spagna (+21,1%) e Germania (+7,8%).

Il forte divario che separa l’Italia dagli altri maggiori mercati per diffusione di auto “con la spina” va colmato “velocemente per il bene della nostra qualità dell’aria, della nostra attrattività turistica, per il ruolo del nostro mercato, che rischia un pericoloso declassamento, ma anche per il futuro della nostra stessa filiera industriale”, commenta Andrea Cardinali, direttore generale dell’Unrae, l’associazione delle case automobilistiche estere che operano in Italia. “Nei prossimi anni la transizione energetica dovrà essere accompagnata da una chiara agenda di Governo, con un coordinamento stabile e programmato tra industria, mercato e istituzioni e attraverso i necessari sostegni alla domanda e all’offerta”.

Secondo Gian Primo Quagliano, presidente del Centro studi Promotor, “i ritardi nello sviluppo della quota dell’auto elettrica nel nostro Paese sono dovuti anche a un sistema di incentivi che quest’anno, come negli anni passati, rischia di vedere utilizzati soltanto parzialmente gli stanziamenti, peraltro non particolarmente generosi, previsti per auto elettriche e dintorni”. Quagliano aggiunge che “se i provvedimenti allo studio del governo puntano a portare la situazione italiana ai livelli dei nostri principali partner della UE, opportuno sarebbe anche cogliere l’occasione per intervenite sulla detraibilità dell’Iva sugli acquisiti di automobili delle imprese”.

Leggi anche Gli incentivi per le auto elettriche sono un flop

Articoli correlati
EsteroNews

Brasile: le alluvioni nel Rio Grande do Sul causano danni per $1,75 miliardi

La stima in un report di Aon che indica in circa 100milioni le perdite per gli assicuratori Le…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Francia: partnership strategica tra ABN Amro e BNP Paribas nelle polizze vita di fascia alta

La banca francese acquisirà la quota di ABN Amro in Neuflize vie, la partnership assicurativa…
Leggi di più
EsteroNews

Spagna: Saragozza impone l’assicurazione obbligatoria RC per i ciclisti

Il Consiglio comunale di Saragozza, in Spagna, ha annunciato di voler rendere obbligatoria…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.