In EvidenzaNews

Generali: assemblea dei soci al via con la presenza del 63,2% del capitale

Il Ceo Philippe Donnet: “Generali ha continuato a portare avanti il percorso di trasformazione e crescita sostenibile in un contesto esterno sfidante, soprattutto grazie all’impegno di dipendenti e agenti”

L’assemblea annuale di Assicurazioni Generali si è aperta con la presenza del 63,3% del capitale sociale. L’assise, chiamata ad approvare il bilancio 2022 e il dividendo, si svolge da remoto, nel rispetto della normativa vigente.

L’assemblea ha approvato il bilancio 2022 con una maggioranza di circa il 90% dei voti, mentre il 10% si è astenuto, mentre il dividendo (in aumento dell’8,4% rispetto allo scorso anno) è stato votato dal 99,69% del capitale presente.

Nel corso del suo intervento introduttivo, il presidente Andrea Sironi ha detto che Generali ha ottenuto risultati brillanti nel 2022: “Oggi consegniamo un bilancio che conferma l’avanzamento molto positivo del piano strategico e la capacità di creare valore per tutti gli stakeholder, non solo azionisti e obbligazionisti, ma anche clienti, dipendenti, i partner commerciali e le comunità in cui operiamo. Inoltre, mostra come la sostenibilità sia messa al centro del business”.

Sironi ha poi aggiunto di essere soddisfatto per “il completamento di una governance che consolida la reputazione di Generali come portatrice delle migliori pratiche al livello europeo e internazionale, e che opera attraverso un consiglio di grande qualità”.

Infine, ha ricordato: “Il mio compito come presidente del cda e del Comitato per le Nomine e la Corporate governance, è quello di adoperarmi per un governo societario il più possibile efficace e capace di confrontarsi con un contesto esterno sempre più sfidante. Il 2022, anno che avrebbe dovuto segnare una decisa ripresa economica di tutte le maggiori economie, ci ha invece posti di fronte a una diminuzione della crescita e a nuove incertezze per il futuro. Siamo entrati in un momento storico senza precedenti, per la portata globale delle crisi che si stanno concatenando: crisi climatica, crisi energetica, crisi geopolitica e relativamente a Italia e altri paesi europei, anche la crisi demografica.

Per rispondere a questo scenario, all’interno del quale operiamo come assicuratori e investitori globali, il cda presenta oggi competenze significative e differenziate nei principali ambiti strategici per le attività’ del Gruppo. I nostri consiglieri fanno leva su solide esperienze internazionali e capacità specifiche, oltre che in ambito assicurativo, finanziario e del controllo dei rischi, anche in quello dell’innovazione, del digitale, della sicurezza informatica e della sostenibilità sociale ed ambientale”.

Philippe Donnet, Ceo di Generali, ha ricordato come il gruppo assicurativo triestino abbia continuato a portare avanti “il percorso di trasformazione e crescita sostenibile in un contesto esterno sfidante, soprattutto grazie all’impegno di dipendenti e agenti. Nel 2022 ha preso il via il nostro nuovo piano, che è molto ambizioso e attraverso il cui intendiamo confermare Generali come leader assicurativo europeo e campione della sostenibilità capace di creare valore per tutti gli stakeholder”.

Donnet ha poi sottolineato come nonostante la grande complessità, il 2022 sia stato un anno molto positivo per Generali: “Abbiamo confermato la nostra leadership europea, e questo deve rappresentare un motivo di grande orgoglio per tutta l’Italia, perché la forte presenza internazionale di aziende come la nostra contribuisce a rendere più forte l’intero Paese. In un momento storico in cui l’Europa è chiamata a svolgere un ruolo di leadership essenziale per gli equilibri internazionali e per proteggere il benessere dei propri cittadini nel lungo periodo, siamo convinti che l’Italia possa e debba giocare un ruolo da assoluto protagonista anche a livello politico”.

Per rispondere al meglio all’attuale contesto di mercato, Donnet ha spiegato che è stato messo in atto un programma di contrasto all’inflazione: “Per quanto riguarda il ramo Danni, ci siamo concentrati sull’aumento delle tariffe e sull’ulteriore sofisticazione della gestione tecnica del portafoglio e di quella liquidativa dei sinistri. In secondo luogo, abbiamo implementato misure di riduzione dei costi e di miglioramento della produttività. Questo programma dimostra anche la grande capacita’ del gruppo di reagire in modo pronto e deciso a scenari esterni in rapida evoluzione”.

Per quanto riguarda il capitolo M&A, il Ceo ha ricordato che “nel corso dell’anno passato abbiamo compiuto progressi significativi in quanto ad acquisizioni, con il rafforzamento in Europa e in specifici paesi asiatici, con Cattolica in Italia, La Medicale in Francia, Grupo CTT in Portogallo. In India e Malesia siamo diventati azionisti di maggioranza nelle JV dove già eravamo coinvolti”.

Donnet ha anche evidenziato come il presidente Sironi abbia saputo dare fin da subito “un’impronta molto chiara al nuovo cda, creando un clima costruttivo e favorendo una sana dialettica tra consiglieri e top management che non potrà che essere positiva per la nostra società”.

Il Cfo del gruppo Generali, Cristiano Borean, ha rimarcato le performance molto positive raggiunte nel 2022 “con il miglior risultato operativo di sempre; premi in ulteriore crescita, con un forte aumento nel Danni; una generazione di cassa in crescita ed una posizione di capitale estremamente solida; e una proposta di dividendo a conferma del focus del Gruppo sulla remunerazione degli azionisti.  Questi risultati riassumono il primo anno della strategia Lifetime Partner 24: Driving Growth, focalizzata sulla crescita sostenibile, sull’ulteriore miglioramento della qualità degli utili e sulla creazione di valore per tutti gli stakeholder, e ne confermano l’ottimo avvio.

Foto in copertina: Philippe Donnet, Ceo di Generali

Leggi anche Generali: fino a 3 mld disponibili per nuove acquisizioni

Articoli correlati
EsteroNews

Singapore: azionisti di minoranza di Great Eastern giudicano troppo basso il prezzo dell’Opa lanciata da OCBC

Si è così aperto un nuovo fronte in una lotta di lunga data tra gli azionisti attivisti della…
Leggi di più
EsteroNews

GB: 4/5 degli assicurati esposti alle truffe nella rc auto

Quattro persone su cinque (81%) non hanno mai sentito parlare di “spoofing pubblicitario” e…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Trend: domanda di prodotti vita in forte aumento nel mondo

Secondo un report di Swiss Re la raccolta totale raggiungerà i $4000 miliardi nel 2034 con un…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.