In EvidenzaNews

I rami Danni superano i 22 miliardi (+8,1%) di raccolta premi nel secondo trimestre

Le vendita trami il canale internet si fermano al 3,0% (3,1% a fine giugno 2022)

Logo Ania

La rilevazione statistica Ania Trends fotografa l’andamento del mercato Danni nel secondo trimestre dell’anno che si è chiuso con premi complessivamente (imprese italiane e rappresentanze) pari a 22,1miliardi di euro, in aumento dell’8,1%rispetto alla fine del secondo trimestre del 2022, quando il settore registrava una crescita del 6,0%.

Si tratta della decima variazione trimestrale positiva consecutiva che ha portato la raccolta premi a superare per la prima volta i 22miliardi nei primi sei mesi dell’anno.

L’aumento del totale dei premi Danni rilevato alla fine del mese di giugno 2023 è principalmente dovuta allo sviluppo del settore Non-Auto che ha visto un miglioramento di oltre il 9%. In crescita del 6,5% i premi del settore Auto, soprattutto grazie all’aumento dei premi del ramo Corpi veicoli terrestri (+12,9%) e, in parte, dei premi Rc Auto che hanno registrato un incremento del 4,6%.

Per quanto riguarda la distribuzione, si conferma la leadership del canale agenziale con una quota del 72,2%.

In particolare, i rami nei quali gli agenti risultano essere preponderanti, sono: Rc Veicoli marittimi (93,2%), Rc Auto (85,4%), Altri danni ai beni (79,6%), Rc Generale (78,6%), Cauzione (76,9%), Tutela legale (76,2%) e Assistenza (72,5%).

Volumi di business ridotti invece nei rami Corpi veicoli aerei (13,7%), Corpi veicoli ferroviari (17,0%), Corpi veicoli marittimi (18,0%) e Rc Aeromobili (21,2%) nei quali è molto forte la presenza dei broker con quote di mercato rispettivamente pari a 86,0%, 80,6%, 81,9%, 78,2%.

Il secondo canale distributivo nel mercato Danni è rappresentato dai broker con una quota pari al 9,8%. I rami in cui l’intermediazione dei broker è molto rilevante sono il ramo Merci trasportate (54,6%), Credito (28,4%), Cauzione (20,3%). Va evidenziato che la quota di mercato dei broker è sottostimata, in quanto non considera una parte di premi raccolti e presentati alle agenzie e non direttamente alle imprese.

A seguire troviamo gli sportelli bancari con una quota di mercato del 9,0% (8,9% alla fine di giugno 2022), che sono stati maggiormente coinvolti nella commercializzazione dei premi del ramo Perdite pecuniarie (32,8%), Infortuni (20,3%) e Credito (19,5%).

La vendita diretta nel suo complesso (vendita a distanza, telefonica e Internet) a fine giugno 2023 registra un’incidenza dell’8,7% (8,6% a giugno 2022).

Facendo riferimento alle singole modalità di distribuzione della vendita diretta, risulta che le agenzie in economia, gli intermediari a titolo accessorio che operano su incarico dell’impresa e i produttori diretti, pesano per il 5,0% (4,8% un anno prima), mentre per il 3,0% il canale internet (3,1% a fine giugno 2022); la quota veicolati attraverso i preventivatori online risulta pari all’1,3%; in particolare nel settore Auto tale quota è pari al 2,7% mentre più bassa e pari allo 0,2% è quella relativa agli altri rami danni. In particolare, i rami in cui, anche se marginalmente, si fa ricorso da parte degli assicurati all’utilizzo di preventivatori online sono l’Assistenza (2,0%), la Tutela legale (1,4%), gli Infortuni (0,5%) e le Perdite pecuniarie (0,2%).

a cura di Vincenzo Giudice

Leggi anche Europa: gli agenti italiani primeggiano nella distribuzione dei rami danni

Articoli correlati
EsteroNews

Cina: Ping An emette obbligazioni convertibili per $3,5 miliardi

Le nuove risorse serviranno a finanziare la crescita nel settore della salute e nell’assistenza…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Allianz: rileverà il 51% di Income Insurance per 1,5 mld euro

La compagnia di Singapore è una delle quattro società del settore nella città-stato asiatica…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Francia: Allianz mira a reclutare 200 nuovi agenti entro 5 anni

La nuova rete affiancherà quella esistente, occupandosi di collocare prodotti di protezione…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.