EsteroIn EvidenzaNews

USA: Cigna e Humana in trattative per una fusione

Cigna e Humana sono in trattative per giungere ad una fusone che creerebbe un gigante nell’assicurazione sanitaria statunitense. È lo scoop del Wall Street Journal secondo cui le due società stanno discutendo un accordo su azioni e contanti che potrebbe essere finalizzato entro la fine dell’anno

Sebbene non sia possibile conoscere la struttura e i termini in discussione, una fusione due fornitori di servizi di assistenza darebbe vita ad un gruppo del valore di circa 145 miliardi di dollari, considerata la capitalizzazione di Cigna ($83 miliardi) e quella di Humana ($ 62 miliardi).

In seguito alla pubblicazione dell’articolo le azioni Cigna sono scese di oltre l’8% mentre Humana ha perso circa il 5,5 per cento.

L’unione delle forze darebbe alla coppia dimensioni tali da rivaleggiare con quelle di UnitedHealth Group e CVS Health, gli altri due grandi operatori Usa di assistenza sanitaria. Cigna, che lo scorso anno ha registrato un fatturato di circa $181 miliardi, sarebbe in grado di unire la sua enorme unità di benefit farmaceutici e la sua forza nelle assicurazioni commerciali con la posizione di leadership di Humana nel segmento in rapida crescita di Medicare (il sistema pubblico di assistenza per gli anziani), un ramo che da tempo cerca di potenziare.

Humana potrebbe anche aiutare Cigna ad accelerare una strategia che è fondamentale per il business dell’assistenza gestita, quella di pagare medici e ospedali in modi che non siano legati al volume del servizio fornito. Queste configurazioni di “assistenza basata sul valore” sono sempre più centrali nei piani Medicare, ma hanno progredito molto più lentamente nelle assicurazioni commerciali.

Humana, con un fatturato di circa 93 miliardi di dollari nel 2022, è il secondo assicuratore Medicare, dopo UnitedHealth mentre l’attuale unità Medicare Advantage di Cigna è ben al di sotto di quella scala. Humana possiede anche un’importante attività di assistenza sanitaria a domicilio e una gamma crescente di cliniche di assistenza primaria che potrebbero rafforzare il crescente braccio di servizi sanitari di Cigna.

Cigna e Humana avevano già esplorato una fusione nel 2015, ma Humana aveva scelto alla fine di accordarsi con un altro competitor del settore, Aetna, realizzando un’intesa che tuttavia fu bloccata per motivi antitrust. In seguito Aetna fu acquisita da CVS.

Le questioni antitrust hanno frenato per anni le combinazioni su larga scala nel settore dell’assistenza sanitaria, e l’amministrazione Biden ha già avvertito che esaminerà attentamente il consolidamento del settore sanitario e le fusioni in generale.

Con una mossa che potrebbe servire a dissipare le preoccupazioni antitrust, Cigna ha recentemente fatto trapelare la sua disponibilità a cedere la sua attuale attività Medicare Advantage, una cessione che potrebbe fruttare diversi miliardi di dollari. Medicare è considerato il più grande motore di crescita nel settore assicurativo.

Anche Humana ha fatto delle mosse che potrebbero spianare la strada a una possibile combinazione, annunciando a febbraio che avrebbe ceduto la sua attività commerciale e si sarebbe concentrata sulla sua linea principale Medicare Advantage.

Leggi anche USA: utile netto a 6,7 miliardi nel 2022 per Cigna

Articoli correlati
EsteroNews

Giappone: i maggiori assicuratori danni preannunciano la vendita delle partecipazioni incrociate

Le partecipazioni sono state a lungo criticate dagli investitori come uso inefficiente del capitale…
Leggi di più
EsteroNews

Usa: State farm ha chiuso l’esercizio 2023 con una perdita di $6,3 miliardi

In profondo rosso l’andamento tecnico con perdite record da sottoscrizione per $14,1…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: in forte aumento mercato delle rendite

Le rendite più popolari vendute lo scorso anno erano quelle pluriennali garantite, note come MYGA…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.