EsteroIn EvidenzaNews

Europa: Perils stima perdite assicurative di € 509 milioni per la tempesta Babet

La società di valutazione dei sinistri Perils ha stimato perdite assicurative sulla proprietà di 509 milioni di euro nella sua stima iniziale delle perdite del settore per inondazioni e tempeste nel Regno Unito e nell’Europa nordoccidentale tra il 18 e il 22 ottobre.

I sistemi sono stati denominati Babet dal Met Office del Regno Unito, Viktor dalla Libera Università di Berlino e Aline dall’agenzia meteorologica statale spagnola, ha affermato in un comunicato il fornitore dei dati sulle catastrofi naturali.

Perils ha affermato che la stima delle perdite si basa sui dati raccolti dagli assicuratori interessati. La maggior parte dei danni, pari a 329 milioni di sterline ($417 milioni di dollari) sono avvenute nel Regno Unito.

Poiché la maggior parte delle perdite del settore causate da Aline-Babet sono legate ai danni causati dalle inondazioni, Perils lo ha classificato come un evento alluvionale.

Una stima aggiornata delle perdite per le inondazioni e le tempeste di Babet-Aline sarà pubblicata il 22 gennaio, tre mesi dopo la data di fine dell’evento.

“La tempesta Babet ha portato precipitazioni record in tutta la Scozia orientale e livelli record di mareggiate lungo le coste baltiche di Danimarca e Germania”, ha affermato in una nota Luzi Hitz, product manager di Perils. “Queste condizioni estreme sono il risultato principalmente della direzione del vento da est e dell’insolito percorso delle tempeste di Babet, che si è esteso dal Portogallo attraverso il Golfo di Biscaglia fino al Regno Unito, con aria insolitamente calda che ha attraversato i mari portando ad un aumento di umidità e precipitazioni estreme sulle isole britanniche. È sempre più probabile che in un clima in fase di riscaldamento tali fenomeni meteorologici insoliti diventino più comuni”.

La maggior parte delle perdite nel Regno Unito e in Irlanda sono dovute alle inondazioni, con perdite limitate legate al vento. In Germania, dove l’assicurazione contro le inondazioni e le tempeste è facoltativa e la penetrazione assicurativa è inferiore, i danni causati dal vento sono ampiamente inclusi come componente standard delle polizze immobiliari. Di conseguenza, le perdite legate alle inondazioni e al vento si sono equivalse. In Danimarca, le perdite causate da inondazioni e tempeste sono coperte da un piano governativo, quindi solo le perdite legate al vento sono coperte dal settore assicurativo.

Perils ha recentemente aumentato la stima delle perdite per le inondazioni di maggio nella regione italiana dell’Emilia-Romagna a 509 milioni di euro. Questa è la terza stima di perdite industriali di Perils per le inondazioni che hanno colpito la regione dal 2 al 22 maggio. Perils aveva inizialmente stimato le perdite in € 377 milioni, poi le ha aumentate a €488 milioni.

Leggi anche Turchia: Perils aggiorna all’insù le perdite del terremoto di febbraio

Articoli correlati
EsteroNews

Giappone: i maggiori assicuratori danni preannunciano la vendita delle partecipazioni incrociate

Le partecipazioni sono state a lungo criticate dagli investitori come uso inefficiente del capitale…
Leggi di più
EsteroNews

Usa: State farm ha chiuso l’esercizio 2023 con una perdita di $6,3 miliardi

In profondo rosso l’andamento tecnico con perdite record da sottoscrizione per $14,1…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: in forte aumento mercato delle rendite

Le rendite più popolari vendute lo scorso anno erano quelle pluriennali garantite, note come MYGA…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.