EsteroNews

Hong Kong: nel 2023 collocate polizze ‘per $7,6 miliardi a clienti della Cina continentale

Nel 2023 i consumatori della Cina continentale – scrive scmp.com – hanno speso 7,6 miliardi di dollari (HK$59 miliardi) in polizze assicurative a Hong Kong, ma le stime indicano vendite in diminuzione a causa del venir meno della domanda “repressa”. I dati vengono dall’Insurance Authority (IA) che ha analizzato le tendenze del mercato. Nel 2023 le vendite di polizze sono aumentate grazie alla riapertura del confine continentale che ha fatto seguito alla fine della fase pandemica. Per l’immediato futuro IA prevede che la raccolta scenderà ai livelli normali registrati tra il 2017 e il 2019 tra 43 e 51 miliardi di dollari di Hong Kong. Quando la domanda repressa svanirà – ha sottolineato Clement Cheung Wan-ching, CEO di IA – “la domanda tornerà al livello medio osservato negli anni precedenti la pandemia. È improbabile che si torni al picco di 72,7 miliardi di dollari di Hong Kong osservato nel 2016”.

La corsa all’acquisto di polizze assicurative a Hong Kong nel 2016 aveva spinto la Cina a introdurre nello stesso anno misure per scoraggiare l’acquisto di polizze assicurative all’estero. Cheung, tuttavia, spera che il trend di acquisto continui nell’attuale scenario dei tassi di interesse e dei cambi. “Se i tagli dei tassi di interesse statunitensi non avvengono troppo presto e in modo troppo drastico, e le valute rimangono al livello attuale, c’è ancora domanda tra i visitatori del continente che vengono a Hong Kong per acquistare polizze con rendimenti migliori”, ha affermato. “Questo è il modo in cui Hong Kong può contribuire al Paese, fungendo da centro di gestione patrimoniale per i visitatori del continente”.

L’ intervallo obiettivo chiave della Federal Reserve statunitense è attualmente compreso tra il 5,25 e il 5,5 per cento. Anche Hong Kong, la cui valuta è ancorata al dollaro statunitense dal 1983, ha aumentato il suo tasso di base dallo 0,5% nel marzo 2022 al 5,75% nel luglio dello scorso anno.

Al contrario, il tasso primario sui prestiti a un anno della Cina continentale è attualmente al minimo storico del 3,45%, rispetto al 4,35% nel 2022. Il pagamento delle polizze assicurative è legato ai tassi di interesse, quindi i clienti della Cina continentale che acquistano dollari statunitensi o di Hong Kong possono godere di un rendimento migliore di circa due punti percentuali rispetto a quelle del continente.

Inoltre, molti clienti della Cina continentale si sono rivolti a depositi bancari e prodotti assicurativi e di investimento a rendimento più elevato a Hong Kong in un contesto di indebolimento dello yuan. La valuta cinese ha perso il 14% rispetto al dollaro statunitense da marzo 2022, quando è iniziato l’attuale ciclo di rialzo dei tassi di interesse.

Le normative di Hong Kong richiedono che i visitatori della terraferma siano in città al momento dell’acquisto di polizze assicurative.

Secondo l’ Ente per il turismo di Hong Kong , l’anno scorso quasi 34 milioni di persone hanno visitato Hong Kong, di cui oltre 26,8 milioni provenienti dalla terraferma . Nel 2022, solo 604.564 persone hanno visitato la città durante la pandemia.

Leggi anche Hong Kong: i costi assicurativi della recente alluvione supereranno i HK 1 miliardi

Articoli correlati
EsteroNews

Canada: partnership pubblico-privato per proteggere le case dalle alluvioni annunciato dal governo

Lo schema fornirà una copertura a 1,5 milioni di proprietari di case ad alto rischio Nel biennio…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: costerà $1,6 miliardi l’attacco informatico che ha colpito UnitedHealth

Lo ha comunicato l’azienda presentando i suoi conti annuali Dopo l’annuncio le azioni sono…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Belgio: BNP Paribas acquisisce la partecipazione di Fosum

Il 9% della compagnia passerà di mano con un corrispettivo di €730 milioni L’istituto…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.