EsteroIn EvidenzaNews

Violenza politica: negli ultimi anni danni per oltre $13 miliardi a carico degli assicuratori

Logo Allianz

La violenza politica è i aumento in tutto il mondo. Negli ultimi anni i danni assicurativi causati da sommosse, violenze, scioperi e disordini vari (compresi nella sigla SRCC) sono ammontati ad oltre $13 miliardi. I dati vengono da un preoccupato report di Allianz Commercial. L’assicuratore tedesco pubblica ogni anno un barometro dei rischi e la violenza politica è passata in pochi anni dall’11ma all’ottava posizione tra i maggiori rischi del pianeta.

Violenza politica e disordini civili possono avere un impatto sulle imprese in molti modi. Oltre a mettere a repentaglio la sicurezza dei dipendenti e dei clienti che si trovano nelle immediate vicinanze dei disordini, possono causare perdite per interruzione dell’attività e danni materiali a proprietà o beni. Poi ci sono da considerare i danni indiretti, difficili da valutare, legati alla perdita di attrattiva di un Paese.

In questi ultimi anni, poi, la sicurezza e le catene di approvvigionamento del pianeta sono state messe a dura prova dai conflitti internazionali in corso, in particolare in Medio Oriente e Ucraina, mentre in altre parti del mondo la sicurezza è compromessa dagli effetti della guerra civile, dell’illegalità e della criminalità organizzata. Nel frattempo, gli episodi di disordini sociali in tutto il mondo sono in aumento. Proteste antigovernative sono scoppiate in 83 paesi nel corso del 2023 (compresi sette paesi che non avevano vissuto grandi proteste negli ultimi cinque anni), guidate da fattori quali l’elevata inflazione, la disuguaglianza della ricchezza, i prezzi del cibo e del carburante, le ansie climatiche e le preoccupazioni per le libertà civili o i presunti attacchi alla democrazia.

Ora l’attenzione si sposta su quello che potrà accadere nel 2024 che sarà un anno elettorale in molti Paesi. “Così tante elezioni in un anno sollevano preoccupazioni circa l’alimentazione del populismo e della polarizzazione – sottolinea il report – con tensioni che potrebbero sfociare in crescenti disordini civili”. Secondo l’Economist Intelligence Unit, citata nel report d Allianz, soltanto 43 delle 70 elezioni previste quest’anno nel pianeta possono dirsi pienamente libere e fair. L’analisi di Allianz Research indica che “i paesi con un recente aumento dei disordini sociali saranno maggiormente a rischio di ciò in prossimità delle elezioni, anche se alcuni paesi con disordini in diminuzione potrebbero comunque avere vulnerabilità nascoste nel periodo precedente alle elezioni”.

Leggi anche Trend aumentano nel mondo i rischi di sommosse e rivolte

Articoli correlati
EsteroNews

Francia: a rischio di inassicurabilità quanti abitano nelle zone più a rischio di catastrofi

I francesi delle aree più esposte al clima rischiano di non potersi più assicurare in caso di…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Clima: necessarie appropriate coperture assicurative per accelerare la transizione energetica

Il mercato assicurativo per le nuove infrastrutture energetiche raggiungerà i $10-15 miliardi entro…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Raccolta assicurativa globale: nel 2023 incremento mai così alto dal 2006

Pubblicato lo “Allianz Global Insurance report” da cui risulta che i premi sono stati pari a €…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.